lunedì 24 dicembre 2012

Buon 2013!


Buon fine dicembre 
e buon inizio anno 
a tutti gli umani!
Auguri!

Sono ateo, grazie a Dio!

Nel nome del Padre, del Figlio e dello
Spirito Santo...e la Madonna dov'è?
Dio, Patria, Famiglia

È questa la triade di valori che per secoli è stata indicata come cielo ideale della civiltà, mentre sulla terra regnava incontrastato il valore profano del denaro. Con il passare degli anni quei valori ideali sono andati sbiadendo. Dovendo stare tutto il tempo col capo chino, in segno di sottomissione, l’uomo non ha più avuto modo di guardare in alto. 

L’adorazione ha lasciato il posto all’ossequio, l’ossequio ha lasciato il posto all’indifferenza, l’indifferenza alla derisione. La chiesa? Una succursale consacrata dell’ospizio. La caserma? Il rimpianto di vecchi reduci, la palestra di giovani frustrati. Il matrimonio? Quasi una mera formalità burocratica necessaria per ottenere il divorzio da un rapporto mai vissuto con intensità.

venerdì 21 dicembre 2012

Il predatore-psicopatico e la sua guerra contro l'Essere Umano

"Eternamente affamati, sempre vuoti, non smettono mai di cercare quella cosa che ci fa umani e che ai predatori-psicopatici mancherà sempre: l'Anima" - Thomas Sheridan
Pur di realizzare il loro piano del nuovo ordine mondiale, i nostri governanti psicopatici ci stanno portando alla fame, svendendo il nostro paese e sminuendo la nostra dignità senza nessuno scrupolo...secondo loro bisognerebbe solo realizzare un concetto astratto estraneo alla realtà, costi quel che costi!!! Dove c'è solo la mentalità del profitto o il business per il business troviamo predatori psicopatici o la coscienza predatoria.

giovedì 20 dicembre 2012

Domani la fine del mondo? Ma esattamente a che ora?


Siamo destinati a estinguerci come i dinosauri o sarà invece l’inizio di una nuova era, caratterizzata da pace e benessere per tutti? 

"E Dio vide che era cosa buona": la Canapa


La pianta della canapa è una delle tante erbe utili che produce seme dopo la sua natura, 
creata e benedetta da Dio il terzo giorno della creazione, "e Dio vide che era cosa buona". (Genesi 1:12)

E pensare che la cannabis 
Potrebbe risanare questo Mondo alla deriva 
Potrebbe soppiantare petrolio e i derivati 
La plastica ed i farmaci a cui siamo abituati 
Sarà per questo che è vietata 
Ai despoti non piace 
La gente rilassata e l’energia pulita 

Capannori: il comune che rilancia la coltivazione della canapa

C'è chi ha deciso di usare la canapa per uscire dalla crisi. E non nel senso di stordirsi a suon di spinelli fino a dimenticarla del tutto, la crisi. Si parla piuttosto di usare la canapa, uno dei prodotti un tempo più diffusi nelle campagne del centro Italia, come materia prima per la produzione di materiali edili, di fibre e tessuti. A lanciare la proposta innovativa è il comune toscano di Capannori, in provincia di Lucca.

Dopo essere stato il primo comune italiano ad aver adottato la strategia Rifiuti Zero elaborata da Paul Connett ed essere tornato recentemente alla ribalta con due nuovi progetti sostenibili - l'uno che incentiva lo sviluppo rurale, l'altro il co-housing – adesso il comune virtuoso ha deciso di fare un ulteriore passo verso la sostenibilità ambientale rilanciando la coltivazione della canapa sul proprio territorio.

martedì 18 dicembre 2012

ALTRI MASSACRI FINCHÈ NON PASSERÀ LA LEGGE SUL CONTROLLO DELLE ARMI

Carolyn Hamlett, è un “insider” degli Illuminati. Ha fornito diverse prove di come l’umanità sia vittima di una cospirazione satanica a lungo termine che sta per entrare nella sua fase finale. I globalisti sanno che una società istruita, con del senso critico e armata è difficile da controllare. È per questo che negli ultimi 50 anni hanno lavorato diligentemente per rincretinire ed intorpidire le menti degli americani portandoli, ora, ad accettare di buon grado il disarmo.

Il problema non sono le armi. Il problema è che ora siamo una società controllata dagli “Illuminati” che sta reagendo alla programmazione di massa. 
Il senso comune non è più comune. Gli americani sono stati condizionati ad essere nutriti dalle informazioni provenienti dai media mainstream, dalla Hollywood elitaria e dalle case editrici.

Malati Terminali



Stragi e Psicofarmaci

Neppure cinque mesi sono passati da quel triste luglio 2012, quando è avvenuta la strage al cinema Aurora in Colorado, in cui hanno perso la vita 12 persone. Ed eccoci all’ennesima strage di innocenti, forse una delle più gravi mai accadute negli Stati Uniti d’America, visto che ha interessato moltissimi bambini piccoli. 

America, la grande terra libera, dove circolano appunto liberamente milioni di armi. Un rapporto di qualche anno fa del Congressional Research Service, non lascia spazio a dubbi: nel 2007 c’erano 294 milioni di armi sono negli Stati Uniti! (1)


Il massacro nella scuola del Connecticut coincide stranamente con la vigilia dell'anniversario del secondo emendamento della Costituzione che garantisce il diritto a tutti di possedere armi. Un emendamento del 15 dicembre 1791. Come molti altri emendamenti, anche questo affonda le sue radici nelle occupazioni da parte dell'Impero britannico e spagnolo. (2

domenica 16 dicembre 2012

Piani di Guerra Globale per Earthlink-Skynet?

L'ignoranza è Forza!
Nel 2018 il mondo sarà diviso in due blocchi: a Ovest con internet e a Est con una dittatura orwelliana. Nel 2020 ci sarà la terza guerra mondiale (durerà vent’anni) che spazzerà via San Pietro e Notre Dame e altri simboli. Si useranno armi batteriologiche e il clima sarà stravolto e il mare si alzerà di 12 metri. La popolazione si ridurrà a un miliardo e finirà il petrolio. 

Nel 2040 trionferà la rete democratica (internet) e nel 2043 gli ambientalisti divideranno il pianeta in migliaia di comunità governate dalla rete. Nel 2047 ciascuno avrà la sua identità elettronica in un network sociale (forse creato da google: Earthlink, dove se non ci sei non esisti) e i passaporti saranno aboliti. Nel 2050 un brain trust collettivo risolverà ogni problema mentre nel 2054 ci saranno le prime elezioni mondiali in rete, dopodiché spariranno religioni, partiti e governi nazionali.

sabato 15 dicembre 2012

Trenincorsa - Adelante!

Il Sistema Bestia è Destinato a Morire?


In quest’epoca in cui tornano in auge Berlusconi, le sue puttane e le sue puttanate e tutti si lamentano di Monti e di quello che ha fatto al povero Belpaese, se già non lo immaginate, quale sarà il futuro della nostra cara vecchia penisola?

Che sia per l’aumento della popolazione, o per la crisi economico-finanziaria, la situazione del lavoro è tragica per tutto il pianeta. A partire, ovviamente, dall’Italia, le notizie recenti riportano come la disoccupazione stia crescendo a livelli record, e che il 2013 sarà se possibile anche peggio.

Se l’Italia uscisse dall’euro, se solo ne avesse almeno l’intenzione, potrebbe risorgere e farsi addirittura portavoce, grazie alla sua eccellenza in ambito industriale e manifatturiero, di una nuova ripresa e sviluppo del mercato dell’intero bacino Mediterraneo, dagli Stati del sud d’Europa al nord Africa. 

Ma questo non accadrà fintantoché chi decide le sorti dell’Italia, non gliene importa poi un granché perché è più attento a soddisfare i bisogni di un progetto finanziario mondiale globale. E se noi siamo d’accordo o no con questo progetto, non importa: zitti, lavorare, divertirsi e se vi lamentate, manganellate.

venerdì 14 dicembre 2012

L'ETA' DELLE PROFESSIONI

L’età delle professioni sarà da "ricordare" come l’epoca nella quale dei politici un po’ rimbambiti, in nome degli elettori, guidati da professori, affidavano ai tecnocrati il potere di legiferare sui bisogni: diventando succubi di oligarchie monopolistiche che imponevano gli strumenti con i quali tali esigenze dovevano essere soddisfatte.

Sarà ricordata come l’era della scolarizzazione, in cui alle persone per un terzo della loro vita venivano imposti i bisogni di apprendimento ed erano addestrate ad accumulare ulteriori bisogni, cosicché, per gli altri due terzi della loro vita, divenivano clienti di prestigiosi “pusher” che forgiavano le loro abitudini.

giovedì 13 dicembre 2012

Esci da questo corpo!

BREVETTATE LE MANETTE PER UN NUOVO ORDINE MONDIALE

L’ultima creazione dell’elite sembra provenire direttamente da un romanzo distopico: un brevetto degli Stati Uniti infatti mostra delle manette elettroniche in grado di erogare elettroshock, “iniezioni di gas” e altre “restrizioni chimiche” iniettabili ai prigionieri che le indossano. Le manette possono essere controllate a distanza da parte delle guardie carcerarie, dai poliziotti o dai membri del parlamento per procurare elettroshock più o meno forti a piacimento … o addirittura iniezioni chimiche.

Le 10 invenzioni che ci tengono nascoste

mercoledì 12 dicembre 2012

The Eagles - In The City

L'F-35 spareggia il bilancio

Una schiacciante maggioranza, modificando l'art. 81 della Costituzione, ha fatto dell'Italia una repubblica fondata sul pareggio di bilancio, in cui la sovranità appartiene al mercato. Lo Stato, recita il nuovo testo, assicura l'equilibrio tra le entrate e le spese del proprio bilancio, tenendo conto delle fasi del ciclo economico. C'è però un problema: come si fa ad assicurare l'equilibrio se si decide una spesa senza sapere a quanto ammonta? 

La domanda va girata agli onorevoli che hanno approvato la modifica della Costituzione, perché sono gli stessi che hanno approvato l'acquisto dei caccia statunitensi F-35. Senza sapere quanto sarebbero venuti a costare. Hanno prima creduto (o fatto finta di credere) agli imbonitori della Lockheed che parlavano di 65 milioni di dollari per aereo. Ma c'era il trucco: era il prezzo dell'aereo «nudo», senza neppure il motore. 

Fenomenologia soggettiva ed oggettiva di un Paese allo sbando

Ci hanno rotto il cazzo Berlusconi e i suoi consigliori ma, ancora di più, ci hanno rotto i coglioni quelli che Berlusconi lo hanno materializzato e somatizzato con il loro masochismo perbenista e moralista e la loro coscienza senza fosforo, dimentichi che se quello è un caimano col dinosauro nel cilindro dall’altra parte è pieno di brontosauri con il berretto in mano dinanzi a tutti gli sciacalli dei poteri morti di questa misera Italia “destrutta e sinistrata”, dove le iene della finanza e dell’industria decotta sono in cima alla catena alimentare ad azzannare i polpacci dei disgraziati di tutto lo Stivale.

Ci ha rotto il cazzo il partito delle libertà di farsi i fatti propri ma che dire del partito degli strafatti in ogni occasione che vede la democrazia messa in pericolo dalle abitudini di un pervertito, la libertà conculcata perché tre reti sono in mano ad un frodatore di mestiere, un po’ pubblicitario un po’ frescone, e poi, tanto per precipitare e fare peggio di lui, mette il Paese nella rete dei burocrati europei, dei prepotenti statunitensi, degli avvoltoi delle banche e di tutti gli altri topi della finanza disposti in fila per ratto ai gazebo al fine di dare sfogo al loro istinto sinistro che li fa votare a sinistra col portafoglio a destra? La par condicio dei condizionatori nella politica dell’aria fritta.

sKiantos - Paese Scarpa

martedì 11 dicembre 2012

Taberna Mylaensis - Terra Bruciata

Tutte le Palle di Natale

Quando farete l'alberello, il nordico albero di Natale perché ve lo chiede l'Europa, al posto del terrunciello presepe, ricordate di adornarlo con le numerose palle che vi offre questa realtà romanzesca italiana. Ve ne suggerisco qualcuna con relativo commento ma voi saprete trovarne sicuramente altre, così da rendere ancora più splendente il simbolo di questo Natale che quest'anno quasi nessuno ha voglia di festeggiare.


"Monti ha salvato l'Italia."
Questa è la palla più grossa di tutte, visto che Monti ci lascia - e se ne va ma non pulisce il water - con cifre spaventose dal punto di vista della disoccupazione - all'11,1%,- del debito con l'estero (che è il vero problema, non quello pubblico, altra palla), del PIL e di tutti gli indicatori economici. Monti è riuscito perfettamente in un compito solo: quello di farci entrare completamente nel recinto dei PIIGS, usando la picana Fornero, la coccodrilla che prima ti mangia la pensione e poi piange tanto, porella.

sabato 8 dicembre 2012

LA GRANDE TRUFFA: FATELA CONOSCERE A TUTTI

L’euro non è una moneta sovrana. La moneta è estranea alla nazione, è una valuta estera. Gli Stati non hanno sovranità su questa moneta ma sono costretti a chiederla in prestito alla BCE che detta le sue condizioni.

Se la valuta che si usa nella nazione è presa a debito da altri non è moneta sovrana e la nazione potrebbe fallire proprio perché la moneta è di altri, che possono darla o non darla.

Se una moneta è presa a debito si debbono pagare gli interessi ed il denaro che viene usato a questo scopo viene a mancare per gli investimenti ed i servizi:

venerdì 7 dicembre 2012

Sette segrete: gli strumenti dell'internazionale ebraica

Israele ha avuto strumenti docili e, spesso, incoscienti al suo servizio. Il primo di questi strumenti è stata la massoneria, la quale anche questa volta ha lavorato per la tradizionale aspirazione ebraica al più implacabile domino del mondo. Quando parliamo di massoneria ci riferiamo più specialmente alle Logge riservate al “popolo eletto” nelle quali non entrano i gojm (pagani… cioè cristiani) dove in famiglia si fucinano gli affari internazionali.

La massoneria superiore ebraica, con le suddette Logge riservate ai “circoncisi”, conta specialmente gli “Ordini” dello Scudo di Abramo, dello Scudo di David, degli Achei Berit (fratelli del Patto), degli Achei Ameth (i fratelli della fede), l’Ordine indipendente dei Beni (o Bnai) Berith (i figli del Patto), il Grande Ordine d’Israele ed altri ancora. Fra queste principali organizzazioni emerge quella dei Beni-Berith, fortissima negli Stati Uniti (ormai New York è la capitale mondiale di Israele).

Le principali manifestazioni del potere ebraico nelle società contemporanee sono fondamentalmente tre:

Bruce Springsteen - Blowin' in the Wind [Cover]

Bilderberg Italia: tutto ruota intorno all'Aspen Institute

Nella centralissima Piazza Navona, al civico 114, sorge Palazzo Lancellotti, un edificio risalente al XVI° secolo, dove ha sede l’Aspen Institute Italia, una sorta di filiale “locale” – ma con ramificazioni internazionali – del Club Bilderberg. Stiamo parlando del cuore del Potere italiano, tutto concentrato nell’Aspen. Basta infatti leggere i nomi di chi ne fa parte e studiare gli intrecci tra politica, imprenditoria, finanza e media portati avanti in assoluta segretezza, a discapito del popolo sovrano, per capire che ci troviamo di fronte al Sistema, quello con la S maiuscola.

giovedì 6 dicembre 2012

Tempi Indotti di Crisi

Gioventù Bruciata

Il professore: “Lei promette bene, voglio darle un consiglio: ha una qualche ambizione? 

(…) 

Se ne vada dall’Italia! Lasci l’Italia finché è in tempo! Qualsiasi cosa decida, vada a studiare a Londra, a Parigi, vada in America, se ha le possibilità, ma lasci questo Paese. 

L’Italia è un Paese da distruggere: un posto bello e inutile, destinato a morire. 

LA POVERTÀ È IL PIÙ GROSSO BUSINESS CHE I RICCHI ABBIANO MAI INVENTATO

La pubblicazione dei dati Eurostat sull'aumento della povertà e del rischio-povertà in Europa ha suscitato sui media il solito "dibattito", viziato in partenza dal rappresentare l'impoverimento come un "problema", come un effetto indesiderato delle politiche di "rigore". 

In realtà il bombardamento sociale del "rigore finanziario" non è sostanzialmente diverso dai bombardamenti militari, nei quali l'obbiettivo dichiarato è un pretesto non soltanto per il consumismo delle bombe (tanto paga il contribuente), ma anche per fare il maggior numero possibile di "danni collaterali", cioè di vittime civili. Anche il "rigore" è un business, ed il "danno collaterale" della maggiore povertà apre a sua volta nuove frontiere al business. [1]

In questi anni è risultato sempre più evidente il nesso consequenziale tra l'aumento della povertà e la finanziarizzazione dei rapporti sociali. La povertà diventa un business finanziario, costringendo i poveri all'indebitamento crescente.

mercoledì 5 dicembre 2012

Motörhead - No Voices in the Sky



Ho qualcosa da dire agli schiavi deleganti

Siamo arrivati al Montianesimo finale: togli ai poveri per dare ai ricchi

Rischiavamo di morire democristiani ed, invece, un destino più vile e tremendo ci attende poiché moriremo tutti montiani e democretini, abbandonati da una vecchia ed insana Costituzione certificante la nostra senescenza e inutilità su questo mondo. Quello che si prospetta per l’Italia, tra qualche mese, è un governo di vigliacchi con l’agenda Monti in testa e le mani ancora nelle tasche dello Stato e dei connazionali, in nome della borsa senza vita, dell’UE senza politica, della BCE guidata da un saprofita che però tutti applaudono perché hanno dimenticato le parole del defunto Cossiga. Peraltro, far giocare i Mari (Draghi e Monti) uno contro l’altro non diluisce i nostri cavoli amari, semmai li aggrava dietro questo trucco delle parti e dei partiti. Come prima, più di prima lo attueranno perché non sanno quel che fanno e se lo sanno sono convinti che non la sconteranno.

A breve cercheranno di scappare con i soldi rubati ai cittadini

Cari Connazionali, sarebbe opportuno formare delle Ronde civili costituite da cittadini volenterosi e con dignità, quella dignità che hanno cercato di rubarci dopo averci rubato quasi tutto.

Come avete ben potuto constatare le DENUNCE contro i capoccia delinquenti e criminali del Parlamento Europeo sono state ammesse e non possono essere rigettate, anzi, anche i Tribunali Costituzionali di alcuni Paesi della Comunità Europea hanno aderito alla richiesta di aprire delle indagini nei confronti dell’Elite Satanica messa al comando dell’Europa dai Banchieri e altri criminali Industriali provenienti dalla Famigerata IG-Farben che con il passare degli anni hanno preso il comando assoluto non solo in Europa, ma anche oltre Oceano.

Black Sabbath - War Pigs

Mario Monti e il Nuovo Ordine Mondiale

I telegiornali e la stampa riprendono sempre solo pochi concetti di quelli che in un’ora vengono espressi da qualsiasi leader politico in comizio. I principali si dice. Già, ma chi decide quali sono i concetti principali?

E’ il caso di Mario Monti, discorsi densi, tecnici, non facili da seguire. Ma in un’ora di discorso potete immaginare quante cose dica al di là di quelle riprese dai media: “guerra contro l’evasione fiscale”, “trovata la soluzione per l’Ilva”, “stiamo uscendo dalla crisi”, “spero che chi mi succederà continui le politiche che il nostro governo ha cominciato ad attuare” sono alcuni titoli usciti in questi giorni. Bene, già questi sono tanti come concetti ma come potete immaginare bastano pochi minuti per esprimerli.

Per voi lettori liberi ecco in esclusiva le riprese dal vivo di alcuni passaggi di un discorso di Monti. Passaggi assolutamente trascurati dalla stampa. Quali sarebbero potuti essere i titoli? 


martedì 4 dicembre 2012

Il riscaldamento globale è una BUFALA!

Agli inizi degli anni Novanta si pensava che le temperature sarebbero salite, a livello globale, di un valore compreso tra gli 0,2 gradi e gli 0,5 gradi ogni dieci anni. Invece l'aumento è stato solo di 0,14 gradi. Per abbattere le emissioni globali di CO2 dello 0,0006 entro il 2020 gli australiani spenderanno 130 miliardi di dollari. Se tutti nel mondo praticassero la scelta australiana il costo salirebbe a 541 miliardi di dollari. Insomma, il rapporto costi benefici è folle. 

Siccome approvare le teorie sul Riscaldamento Globale ha come conseguenza proprio quella di seguire la scelta australiana, e siccome a livello istituzionale/governativo tali teorie vengono generalmente fatte proprie da governi (e meteorologi) c'è da aspettarsi che i governi aggravino la devastante crisi economica imponendo queste scelte scellerate. Tanto a ben vedere a questi governi della prosperità dei propri concittadini non interessa neanche un po'.

lunedì 3 dicembre 2012

SE SIETE...

Se siete giovani, perché andare a votare? Il governo, e i partiti che lo sostengono, hanno l’invidiabile risultato di una disoccupazione giovanile ai massimi storici.

Se siete già anziani, dovrete invece lavorare quasi fino a settant’anni. Nella sciagurata Prima Repubblica le donne andavano in pensione a 55 anni, gli uomini a 60 (massimo).

Se siete donne, vedi sopra, oppure riflettete che mai come ultimamente siete “il filo di terra” di tutte le pulsioni malate e le disperazioni maschili. Vi ammazzano? Facciamo un bel convegno, una bella associazione, nominiamo un nuovo ministro.

A seguire, non indecisi, ma decisi a non votare:

388 guerre nel mondo per energia e risorse

Mai così tante guerre nel 2011 e mai così tanti soldi spesi per gli armamenti dalla fine del II° conflitto mondiale

Il Conflict Barometer è una pubblicazione annuale ad opera dell’Università di Heidelberg che descrive le recenti tendenze e gli sviluppi per quanto riguarda i conflitti e, più in generale, le situazioni di crisi in corso nel mondo. E’ suddiviso in cinque sezioni (una per ogni macroarea geografica) e offre delle schede dettagliate, corredate da didascalie, in cui sono presentate tutte le guerre accese, concluse e in corso in un determinato anno. L’approccio metodologico consiste nella definizione di conflitto e nella misurazione dell’intensità dello stesso. Stando all’ultima edizione, nel 2011 sono state registrate 388 situazioni di conflitto armato. Il numero più alto dal secondo dopoguerra ad oggi. Globalist ne offre una sintesi:

domenica 2 dicembre 2012

Iron Maiden - When The Wild Wind Blows

L'INGANNO E LA FORZA



Droni, il nuovo modello americano

Il progetto dell’amministrazione Obama di istituzionalizzare l’uso dei droni come strumento principale nella infinita “guerra al terrore” degli Stati Uniti è stato nuovamente confermato qualche giorno fa da un articolo pubblicato in prima pagina dal New York Times. 

Lo scopo di quell'articolo, non è di puntare il dito contro l’amministrazione Obama per avere creato un programma che di legale ha ben poco, bensì quello di dare l’immagine di una Casa Bianca impegnata in un dibattito interno per rendere più trasparente un processo decisionale che implica il deliberato assassinio extra-giudiziario di individui sospettati di far parte di organizzazioni terroristiche ovunque nel mondo, cittadini americani compresi.

VIA L'ILVA PER FAR LARGO ALLA NATO

La Psychological War (Guerra Psicologica) della NATO conosce i suoi polli, quindi era facilmente prevedibile che il lanciare l'esca di un dibattito infinito sull'alternativa tra salute e lavoro avrebbe stanato la legione dei filosofastri sempre in agguato. Nel "dibattito" ovviamente non si è mai mancato di avallare quell'ipocrisia ufficiale secondo la quale le industrie esisterebbero per dare posti di lavoro, perciò, in definitiva la colpa dell'inquinamento è degli operai.

Ciò non vuol dire che l'Ilva di Taranto non sia realmente inquinante; lo è, eccome. Il punto è capire perché la situazione sia stata lasciata incancrenire per anni, come se fossimo ancora nell'800, e non fossero già disponibili da anni le tecnologie non solo per il disinquinamento, ma anche per il ricircolo delle acque impiegate nella produzione siderurgica e per il recupero delle scaglie. A chi fa comodo questa emergenza?
Free Black Pone MySpace Cursors at www.totallyfreecursors.com