venerdì 30 novembre 2012

Il Sistema Sanitario



Grillo quando faceva il comico...

giovedì 29 novembre 2012

Rafael Correa farà intercettare e catturare i tankers chimici americani



Il Presidente dell'Ecuador Rafael Correa dichiara alla stampa che intende far intercettare e costringere all'atterraggio gli aerei di una società americana accusati di "fumigare", ovvero di "rilasciare fumi"...

Fonte
Fonte Video

mercoledì 28 novembre 2012

Un tornado di contraddizioni

Mentre un tornado s'invortica sull'ILVA di Taranto, abbattendone le ciminiere proprio nel giorno in cui il governo si appresta a decidere il futuro del cancrificio della famiglia Riva, segno di un destino beffardo o piuttosto del fatto che gli strumenti di controllo climatico hanno ormai raggiunto una perfezione in grado di stupire anche il "complottista" più consumato, l'Italia intera continua a girare in tondo, senza trovare una sola coordinata alla quale potersi aggrappare....

I dati oggettivi provenienti dalle più svariate fonti, seppur edulcorati nel nome del politicamente corretto, raccontano un paese che sta crollando su sé stesso, vittima di una demolizione controllata messa in atto con cura certosina. Crollano i redditi delle famiglie, crollano i consumi, crollano i posti di lavoro, crollano le imprese, crolla la qualità e la quantità dei servizi pubblici, crollano le prospettive occupazionali e la capacità di arrivare a fine mese attraverso qualche alchimia, crolla la fiducia nel futuro e perfino il convincimento che sia possibile averlo, un futuro.

Fenomeni Climatici Naturali?

Il tramonto dell'Euro

Siamo vissuti all'interno di un grande sogno di integrazione e pace europea, ma ultimamente tutto sembra incrinarsi. Il razzismo tedesco viene fomentato dai commentatori economici definendo Piigs (maiali) i popoli periferici dell'eurozona. L'acronimo infatti vuole ricombinare insieme le iniziali dei paesi, distanti dal cuore tedesco che soffrono finanziariamente l'unione ed accomuna Portogallo, Irlanda, Italia, Grecia e Spagna. Come contraltare nasce e si rafforza in questi paesi un sentimento anti tedesco che vede nelle scelte dell'alto cancelliere Merkel la sadica volontà di infliggere sofferenze inutili a delle popolazioni oramai stremate da una crisi economica che come un incubo pare non avere mai fine. Come si è potuti giungere, partendo da un sogno di integrazione e pace, alla totale disgregazione dei popoli europei che ora si vedono come nemici gli uni degli altri? La risposta risiede nell'Euro, come molti “padri della patria” avevano profetizzato.

Boicotta i prodotti israeliani! Non finanziare l’apartheid e le bombe su Gaza

Qualcosa si può fare.
Qualcosa nel nostro piccolo possiamo sempre fare: e son piccoli gesti che dobbiamo trasmettere ai nostri figli, ai nostri amici, ai nostri familiari.
Boicottare i prodotti israeliani è ora più che mai un dovere vero e proprio; deve diventare un gesto automatico e quotidiano, da collettivizzare e diffondere in ogni luogo, supermercato, negozio d’abbigliamento, aula universitaria, farmacia.

E’ difficile trovare un elenco di prodotti soddisfacente per costruire una lista completa, ma almeno alcune cose impariamole a riconoscere al volo, come il loro codice a barre, che inizia con 729.

Iniziando a chiedere la provenienza di certi prodotti, a pretendere che il supermercato dove siamo soliti rifornirci non li acquisti proprio.
Si può fare tanto per boicottare l’economia israeliana ed è ora di farlo.
Tutte e tutti, boicottare in primis tutti i prodotti provenienti dalle colonie (vedi il sito BDS Italia), tutti quelli con questo codice a barre, tutte quelle aziende e multinazionali colluse con l’industria israeliana. E quindi con la loro guerra permanente.

Inventori di Malattie

martedì 27 novembre 2012

I persuasori occulti e il neuro marketing

“La pubblicità può essere descritta come la scienza di fermare l’intelligenza umana abbastanza a lungo da ricavarne denaro” - Stephen Leacock

Nel 1957 il giornalista Vance Packard scrisse “I persuasori occulti”, un libro che svelava i trucchi psicologici e le tattiche usate dal marketing, per manipolare le nostre menti e convincerci a comprare. Libro inquietante per l’epoca. Oggi però, i pubblicitari sono diventati più bravi, furbi e spietati.
Grazie ai nuovi strumenti tecnologici, alle scoperte nel campo del comportamento, della psicologia cognitiva e delle neuroscienze, sanno cosa ha effetto su di noi molto meglio di quanto noi stessi possiamo immaginare. Scansionano i nostri cervelli e mettono in luce le paure più nascoste, i sogni, i desideri; ripercorrono le orme che lasciamo ogni volta che usiamo una tessera fedeltà o la carta di credito al supermercato.
Sanno cosa ci ispira, ci spaventa e cosa ci seduce, e alla fine, usano queste informazioni per celare la verità, manipolarci mentalmente e persuaderci a comprare. Vediamo alcune strategie messe in atto dai “persuasori”.

sabato 24 novembre 2012

The Doors - Strange Days

Banche e governi crolleranno insieme

La commistione inestricabile di interessi che negli ultimi decenni ha legato sempre più indissolubilmente i governi occidentali e il sistema bancario globale, sta evidenziando a cosa stiamo andando incontro: un disastro di proporzioni inimmaginabili, mai accaduto nella storia documentata degli ultimi 10.000 anni (non è un errore di stampa, ripeto: "storia documentata degli ultimi diecimila anni").


Perché? Semplice, l'umanità ha superato da poco i 7 miliardi di persone ed ha raggiunto livelli di capacità lavorativa e creativa unici nella storia. Con le attuali conoscenze scientifiche, umanistiche, mediche, siamo in grado OGGI di fornire una vita dignitosa a decine di miliardi di persone, senza aumentare di un solo minuto il nostro attuale ritmo di lavoro, ma questo non sembra che stia accadendo...Perchè?

venerdì 23 novembre 2012

Pepe e Prezzemolo!

Uruguay, il presidente dona il suo stipendio ai poveri

È l’uruguaiano Jose Mujica, che ha scelto di donare ai poveri il 90% del suo stipendio statale e di far dormire nella dimora presidenziale i senzatetto. Per contro, con uno stipendio di 775 dollari al mese, lui vive in campagna, dove coltiva l’orto, e conduce una vita semplice e spartana con sua moglie e i suoi cani. Nessuna auto blu, né fiumi di denaro. Il presidente dell’Uruguay lavora la terra, raccoglie l’acqua da un pozzo e stende personalmente i suoi panni lavati sui fili appesi nel giardino.

Mujica spiega: «Ho vissuto in questo modo la maggior parte della mia vita. Posso vivere con quello che ho. Dicono che sono il presidente più povero, ma io non mi sento povero. Le persone povere – aggiunge – sono quelle che lavorano solo per mantenere uno stile di vita agiato e costoso, e vogliono sempre di più. È una questione di libertà. Se non possedete molto, non avete bisogno di lavorare come uno schiavo tutta la vostra vita per mantenere tutto quel che avete. E quindi avete più tempo per dedicarvi a voi stessi».

Stato di polizia ad alta produttività

"Non possiamo consentire alla piazza di fare delle scelte che deve fare la politica" esclama il ministro Cancellieri durante il proprio intervento al senato, aggiungendo che "sono mesi che ci stiamo preparando a momenti difficili" e "tutti dobbiamo renderci conto che siamo chiamati a fare sacrifici". Il momento è molto delicato e occorre "fare quadrato attorno alle istituzioni".

Insomma, senza fare troppi giri di parole, il dipartimento del regime deputato alla repressione fisica di ogni forma di dissenso, avoca alla politica (nella fattispecie rappresentata dal governo dei banchieri che mai nessuno votò) il diritto di fare qualsivoglia scelta ritenga congrua, senza che "le piazze" abbiano a lagnarsi. Preconizza l'approssimarsi di momenti difficili sotto il profilo dell'ordine pubblico, causati dalle intemperanze dei molti che non accetteranno di buon grado di venir messi in mutande ed incolonnarsi ordinatamente sotto i ponti e chiama gli italiani "buoni" a sacrificarsi in silenzio, facendo quadrato intorno alle istituzioni bancarie....

giovedì 22 novembre 2012

martedì 20 novembre 2012

MILITARI CHE RESTITUISCONO LE MEDAGLIE



Fonte

La Guerra dei Vent'Anni

Tra il 1992 e il 2012 c’è un ventennio, un lasso di tempo che è sempre stato funesto per l’Italia. Dopo la caduta del Muro di Berlino, il capitalismo sente di poter sferrare l’attacco finale, di potersi aggiudicare la Guerra di Classe per ko tecnico dell’avversario. Via allora ogni residuo di keynesismo piagnone e mano libera al mercato psicopatico liberista che, tu credi si autoregoli, ma invece, una volta sguinzagliato, si mangia le risorse senza lasciare neppure le briciole, come un orrendo Pacman in modalità God e FullAmmo.

lunedì 19 novembre 2012

Una Giornata A Gaza


Secondo i Guru della finanza, tra Breve ci sarà una nuova guerra mondiale

Mentre Israele bombarda Gaza per colpire Hamas, alleato di ferro dell’Iran, all’indomani dello scandalo Petraeus che ha azzoppato la Cia e con essa il generale più prestigioso del Pentagono, i big della finanza mondiale vedono ormai la guerra come destino imminente dell’umanità, o almeno dell’Occidente stritolato dai debiti: «Crediamo che la guerra sia un’inevitabile conseguenza della attuale situazione economica mondiale», avverte Kyle Bass, super-manager di hedge funds americani e fondatore di “Hayman Capital”.

COME CI HANNO RIDOTTI?

step 1 : privazione della salute

In nome del profitto e della crescita (per i folli economisti l'unico mantra esistente) sfruttano il nostro pianeta senza rendersi conto che pezzi di carta privi di qualsiasi valore intrinseco non potranno mai e poi mai riparare i danni commessi.Il continuo vilipendio alla natura colpirà (ed ha già colpito) coloro i quali ci costringono ad inquinare perchè la loro pigrizia, depravazione e cattiveria non permette alle masse una vita eco compatibile.
Persino le nuvole non sono più le stesse...
I gatekeeper non mi hanno mai spiegato come siano possibili manovre assurde attuate da aerei "civili", quali incroci alla stessa quota, voli radenti notturni, inversioni ad U ecc.

sabato 17 novembre 2012

Il Governo Bilderberg: Il Regno dei Banchieri

L’Europa è ormai tutta felicemente conquistata. Il programma messo a punto dalla società segreta Bilderberg nella riunione del maggio 2009 è stato quasi del tutto realizzato. Diciamo meglio: dato che la parte più difficile e tuttavia indispensabile era quella riguardante la liquidazione delle nazioni d’Europa, essere riusciti a impadronirsene è il segnale che ormai l’opera è al sicuro, nulla potrà più ostacolarne il completamento. Le bandierine del Bilderberg sventolano allegramente sui colli e le torri europee più importanti.

La Banca centrale europea ne è per certi aspetti il capolavoro. Attraverso la Bce il Bilderberg ha in mano la vita di quasi tutti gli Stati che, con una decisione illegittima e assurda dei loro governanti, hanno rinunciato a battere moneta e si sono consegnati alla volontà di coloro che ne sono i padroni (partecipanti al patrimonio): Beatrice d’Olanda, il principe Constantjin, Sofia di Spagna, Philippe del Belgio, David Rockfeller, Filippo di Edimburgo, Mario Draghi (in quanto partecipante della Banca d’Italia), tutti membri del Bilderberg e presenti alla riunione del 2009. Le partecipazioni degli Stati sono in percentuali minime e forse servono, oltre che a salvare le apparenze, anche a ricompensare i politici per la loro rinuncia alla creazione e alla gestione della moneta.

mercoledì 14 novembre 2012

Tool - Lateralus

Ai Confini Della Realtà?!?

martedì 13 novembre 2012

L'UNIONE €UROPEA GENERA GUERRE CIVILI

L’Unione europea instaura un regime di guerra permanente. Dapprima concorrenza tra imprese non mediata dagli Stati. Poi guerra di classe necessaria per l’esigenza di ricorrere alla deflazione salariale. Poi guerra ideologica contro lo Stato, accusato ingiustamente di essere il responsabile della crisi; poi guerre civili all’interno degli stati, minati nella loro unitarietà dal venir meno della coesione sociale e territoriale generato dal mercatismo unionista. E non è impossibile che alla resa dei conti, una volta implosa l’Unione europea, restino gravi conflitti politici tra nazioni, in ragione dei debiti esteri, privati e pubblici. 

Svegliatevi Schiavi del Sistema

Ormai è chiaro che non esiste alcun governo europeo, così come non esiste più nessun vero governo in nessun Paese europeo. Soprattutto in Italia, Spagna, Portogallo e Grecia. Ma solo semplici portaordini delle grandi banche.

Quelle stesse banche che hanno imposto al mondo il sistema liberista.

Un sistema estremamente semplice, addirittura idiota, che si basa sulla perdita della sovranità monetaria delle singole nazioni e, quindi sulla creazione di un debito pubblico inestinguibile.

domenica 11 novembre 2012

Ciò che Temono e a cui Resistono di Più è la Fine del Loro Dramma!



Fonte

Ballate Pecore!

Volete VIVERE o Morire Lentamente?

Sto scrivendo in un momento in cui ho abbandonato tutto (ovvero tutto quello che mi offre il sistema: NULLA), mi spiego meglio facendo una breve premessa. Io sono un cittadino italiano, anzi lo ero, ma dal momento (ormai sono anni se devo dirla tutta!) che dallo stato italiano (perchè esiste ancora uno stato sovrano italiano? NO!) non ho nessun tipo di aspettativa (chiarisco con il termine aspettativa intendo un sistema in grado di garantirmi la sopravvivenza in ogni tipo di circostanza!). Approfondendo il termine sopravvivenza il passo è breve, si arriva a "globalizzazione" (parola occidentale tanto di moda, ditemelo voi che cosa significa!), ogni singolo aspetto di una vita normale o nella media va a farsi fottere, è solo questione di tempo, anche la meteorologia è compromessa da anni, le scie chimiche ci sovrastano inculandovi e, voi che fate? DORMITE pensando di essere svegli! 

Il discorso può diventare complesso se si va a sviscerarlo in ogni sua sfaccettatura, ma è il fine che devo guardare e, nel sistema occidentale qual' è? Semplice, il profi
tto, i soldi. Gira e rigira sono sempre lì, siamo sempre lì, se non ci fosse nessuna forma di potere come il denaro non sarei o saremmo qui a pensare, domani è lunedì e TI tocca (si ti tocca, [io ho chiuso] andare a lavorare! A te tocca, a me no! Allora Sei un coglione con la C maiuscola! Incazzati non con me, incazzati con te stesso!

Rifletteteci un attimo! Ok vado a lavorare per avere una fonte di reddito e per poter sopravvivere, la maggior parte della gente afferma: "Io (TENGO) ho famiglia" - ecco il punto focale, con questa storia ormai diventata pura retorica, si manda tutto a puttane e non esagero a dir così...

"Ma no che dici? Tu non vedi il lato positivo, sei un pessimista se la pensi davvero in questo modo, non è detto che vada tutto male in futuro, ci saranno sempre alti e bassi!" Questa è la classica risposta di uno (pecora o finto leone) che vuole farti capire, o, meglio, vuole darti addirittura una lezione di come si campa, manco fosse Rambo!

giovedì 8 novembre 2012

IL PROGETTO PER LE NUOVE GENERAZIONI: GIOCO D'AZZARDO E DEBITI

Lo Stato biscazziere è oggi affiancato anche da grossi gruppi privati, come ad esempio la Glaming, società specializzata in giochi online, di proprietà della Mondadori; ciò grazie ad una delle tante leggi "ad aziendam" del Buffone di Arcore. L'offerta di gioco d'azzardo quindi aumenta e si diversifica, anzi pare sia l'unico settore in sicura crescita. [1] 

Nei mesi scorsi vi sono state una serie di iniziative a livello di amministrazioni locali per cercare di limitare la presenza di slot machine in luoghi prossimi a scuole o frequentati da studenti. Ma niente paura. Sono in arrivo le slot machine online. L'annuncio del nuovo business è stato lanciato trionfalmente dall'AAMS, l'Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato. [2]

Scheda nera

«Vai a votare, puoi anche fare a meno di mettere una croce, ma la scheda mettila almeno nell’urna» - così ci bisbiglia nell’orecchio la buona coscienza democratica.

Questa voce, demenziale quante poche altre, è in vena di concessioni: in effetti può capitare che in una elezione non ci siano candidati capaci di riscuotere la nostra fiducia, e quindi in simili casi è anche giustificato non votare per nessuno.

Ma alle urne, bisogna comunque andarci. Perché è un diritto, strappato attraverso enormi sacrifici alla più feroce tirannia. Perché è un dovere, che ogni bravo cittadino è tenuto a rispettare. Con la nostra scheda bianca, con la nostra scheda nulla, dimostreremo che la nostra parte in ogni modo l’avremo fatta. E saremo contati fra i votanti.

lunedì 5 novembre 2012

Sandy usato per costringere la popolazione ad impiantarsi microchip sottopelle!

E' incredibile come le autorità del New Jersey, recentemente devastato dall'uragano Sandy, avessero annunciato da tempo un contratto con la Delray Beach - VeriChip Corporation, un fornitore di sistemi identificativi a radio frequenze (RFID), per il soccorso e la gestione delle emergenze in caso di catastrofi. Il sistema VeriTrace fu creato a causa dell'uragano Katrina, dove si rese utile all'identificazione, il rilevamento e il conteggio delle vittime dell'uragano. (utile non vi sembra?) VeriTrace è stato progettato per assistere le agenzie statali e federali nella gestione delle situazioni di emergenza attraverso la tecnologia RFID impiantabile.

Robot progettati per far rispettare le leggi

Sulla scia dell’uragano Sandy, il Pentagono ha chiesto che una squadra di “robot di salvataggio” possa essere progettata in tempo per la prossima “calamità naturale”.

La sfida di DARPA Robotics sta mettendo fuori la richiesta di una forza di speciali robot progettati con avanzati sistemi di cibernetica e elettronica che possano essere dotati di pensiero autonomo, il tutto per mitigare il rischio per la vita umana quando vi sia una missione di salvataggio.

Per gli Amanti dei Rally - Renault Clio Williams

Laboratorio Sicilia

La Sicilia è un laboratorio che di solito anticipa le alchimie politiche nazionali. Quindi analizzare cosa si stia cucinando in Sicilia in questo periodo potrebbe darci un' idea del futuro del paese. Il prodotto principale sintetizzato dalle elezioni regionali di domenica scorsa è una strana forma di populismo senza popolo: il 52% degli elettori - la maggioranza assoluta - non ha votato, mentre Il 18% dei pochi votanti sceglieva il M5S di Grillo, facendone il primo partito dell'isola.

Un partito dallo strano leader: proprio nel momento in cui gli altri più s'affannano (spesso invano) ad affermare la loro leadership, Grillo la nega con veemenza, salvo poi esercitarla con altrettanta veemenza quando si tratti di scomunicare una dei suoi adepti, rea d'essere apparsa in Tv, fuori dal recinto Casaleggio.

giovedì 1 novembre 2012

Enter Sandy




Paura, buio e morte a New York. Il solito copione già visto. Sandy ha colpito, lasciando milioni di americani al buio. Niente di nuovo, per i negri.

Sandy si è abbattuta sulla costa est: 17 morti, tre milioni di persone senza luce e New York completamente paralizzata. Solo in Italia possono succedere certe cose.

Potrebbe essere un corto circuito all’origine del furioso incendio che sta devastando il Queens. Oppure stanno tentando di accendere un enorme sigaro.

In piena campagna elettorale Barack Obama dichiara lo stato di “grave catastrofe”, poi ha risposto alle domande sull’uragano.

Free Black Pone MySpace Cursors at www.totallyfreecursors.com