martedì 30 novembre 2010

Iran - Occidente: la nuova partita si gioca in Africa

Il sequestro di un carico di armi in Nigeria, di provenienza iraniana, ha allarmato le autorità di Lagos. Per Israele le armi erano dirette a Gaza. Per Lagos erano destinate ai dissidenti interni. Intanto il Gambia interrompe le relazioni con Teheran. Ma lo scenario potrebbe allargarsi a tutto il continente. La partita in Africa tra Iran e Occidente è appena iniziata.

Mercoledì 17 novembre era in programma allo stadio Nazionale di Teheran la partita tra Iran e Nigeria. All'ultimo momento l'incontro è stato annullato. Perché dalla fine di ottobre l'oggetto del contendere tra i due paesi è un'altra partita. Non di calcio, bensì di armi. E la Nigeria potrebbe essere il nuovo campo di gioco dell'eterna sfida tra Iran e Occidente.

Elenco delle cose che ho visto per le strade di Kabul


L'intervento del presidente di Emergency Cecilia Strada a Vieni via con me, la trasmissione di Fabio Fazio e Roberto Saviano

La Profezia di Orwell


Sono passati più di sessant’anni da quando George Orwell pubblicò il suo romanzo profetico, 1984, e alla luce degli eventi odierni non c’è momento migliore per ricordare a noi stessi che ci stiamo rapidamente dirigendo verso l’incubo così magistralmente descritto nel suo libro. Se qualcuno volesse avere un’idea più precisa del mondo che le élite impongono, allora non dovrebbe far altro che leggere 1984.

1984, scritto nel 1948, viene descritto come una satira politica, ma è una profezia politica e non è possibile che Orwell sia stato in grado di fare una descrizione così accurata senza avere in prima persona una profonda comprensione (o addirittura la precisa conoscenza) di come stava andando il mondo o di quanto era stato già “architettato”.

lunedì 29 novembre 2010

Wikileaks vuole distruggere il mondo!

Lo ha detto il ministro (inutile) degli Esteri, Franco Frattini, all’indomani dell’inizio della diffusione di files segreti in pubblicazione sul sito Wikileaks (251.287 files, oltre 3.000 quelli che riguardano l’Italia), ribadendo che non intende commentare nel merito

Il lavoro di Wikileaks, nonostante abbia trasmesso solo informazioni di gossip e notizie risapute, con la pubblicazione di tutti quei files è passato alla storia. Sicuramente è un evento che non ha precedenti, visto che i media per la prima volta si sono trovati a puntare tutta l'attenzione sul web. 

Spero che la missione di Wikileaks continui, giusto per portare il popolo a conoscenza di tutte le stronzate che governanti e media si ostinano da tempo a divulgare.

La Portinaia Globale

Clamorose rivelazioni, signora mia! Ma lo sa che il signor Berlusconi, quello che sta al governo e ha tutti quei soldi, dava festini in onore di Putin?
Ah, crede di averlo già sentito da qualche parte?
Eh, ma prima tutti dicevano che fossi solo io a mettere in giro queste voci, per invidia. Ora invece lo dice anche quel giornale, Uichilisc, Whiskylisch, comesichiama, quindi nessuno potrà più dire che me lo sono inventato io...
Ah, non è un giornale?
Sì, però mio cognato mi ha detto che stamattina c’era scritto anche su “Repubblica”, che è un giornale serio, che pubblica notizie serie. Lo sa che Boris Becker ha fatto il lifting? C’è scritto su “Repubblica” stamattina. Sembra incredibile, vero? Lo sa che c’è una signora che dice che il sole è suo e vuole farci pagare per usarlo? Sempre su “Repubblica”. In che mondo viviamo, signora mia!
Lo sa cosa hanno detto i diplomatici americani di quel signore così attraente che fa il governatore di quel paese arabo, dell’Iraq? Hanno detto che è il nuovo Ìtle!!
Sì, vabbè, non l’Iraq, l’Iran, è sempre un paese arabo, comunque.
Non è un paese arabo? 
In ogni caso, arabo o no, chi si sarebbe mai aspettato che i diplomatici americani fossero così pettegoli...

domenica 28 novembre 2010

Tra Miti, Leggende e Realtà

 


Forse non molti sanno che il lago Loch Ness, in Scozia, non è il solo ad ospitare la leggenda Nessie, e forse non solo la leggenda, di un misterioso abitatore delle sue scure e fredde acque, la cui presenza è stata segnalata fin dai secoli remoti dell’alto Medioevo (ed esorcizzato da San Colomba nell’anno 565; il mostro veniva chiamato Nisaeg e assaliva gli esseri umani).
Come è possibile che dei laghi dalla superficie modesta, anche se talvolta discretamente profondi, possano celare delle creature di tali dimensioni, nel contesto di una nazione fortemente industrializzata e densamente popolata, in cui si direbbe non esservi assolutamente più posto per favole e leggende, tanto meno per delle “vere” creature antidiluviane di una tale mole?

Il sacerdote anglicano Donald Omand aveva una sua teoria in proposito: pensava che sia “Nessie”, sia i draghi apparsi al largo delle coste norvegesi ed in altri luoghi ancora, sia, il “grande cane fantasma di Kettelness”, siano manifestazioni delle forze del Male, capaci di produrre perfino una specifica patologia mentale, la cosiddetta “pazzia del mare”, che spinge alla follia e al suicidio improvviso persone che parevano sanissime; forze che si liberano in presenza di particolari “zone maledette”.

venerdì 26 novembre 2010

Cari Poliziotti

Classista perché è usato solo su studenti, operai, persone comuni. Mai il manganello si è abbattuto su un politico, un banchiere, un industriale e neppure su un mafioso in pubblico. L'uso del manganello va proibito.
(G. De Capitani)

Ma non vi siete ancora stancati di picchiare gli studenti?
Nel 1968 non eravate ancora nati, ma non importa quegli studenti sono figli vostri, sono tutti gli studenti d’Italia, non protestano per non studiare, per studiare meno, per fare i fancazzisti, figli di papà, non sono buona razza non mente, non hanno l’occhio cattivo, non sono paurosi, incerti, ma sono sì disperati, non sanno più come essere prepotenti, ricattatori e sicuri e ieri non erano solo a Valle Giulia, ma erano a Milano, a Roma, a Firenze, a Bologna e hanno la forza della disperazione e la forza più forte della specie: il desiderio di sopravvivenza.

Cari poliziotti, che certo anche voi siete figli di poveri, che venite da periferie contadine o urbane che siano, nessuno vi racconta perché siete chiamati sulle vostre piazze, di fronte ai vostri cittadini e figli a impedire con la violenza una protesta che quindi non conoscete. 

I media e la costruzione della realtà

L’importanza dell’informazione nella nostra società contemporanea è enorme, così come spaventoso si rivela il potere concentrato nelle mani dei grandi media che gestiscono la costruzione della realtà.
 
Quasi tutto ciò che conosciamo e travalica le mura della nostra casa, della fabbrica o dell’ufficio in cui lavoriamo e della ristretta cerchia dei nostri amici e delle nostre conoscenze non esiste nella sua vera natura, bensì in quella in cui i media hanno ritenuto di rappresentarlo.
Una protesta, un corteo, una manifestazione, a meno che ci abbiano coinvolto personalmente, faranno parte della nostra consapevolezza solamente se l’informazione ha deciso di darcene notizia, altrimenti per noi sarà come se non fossero mai esistiti.
 
 
 
 

Destino Manifesto

Grecia, Portogallo, Irlanda e Spagna ormai stanno diventando il leitmotiv delle riflessioni delle comunità finanziarie internazionali, come se l'unica preoccupazione su cui ci dovremmo soffermare fosse la tenuta nel breve dei conti pubblici di questi paesi. Il cosa scegliere ed il dove posizionarsi a livello di investimento è stato da me ampiamente trattato in svariate occasioni e contesti mediatici, tuttavia l'interrogativo principe cui ci dovremmo porre in questo momento non è se il tal titolo di stato è a rischio default, ma piuttosto quale non lo sarà. Cercherò di trasmettervi questo mio pensiero nel modo più comprensibile possibile.

Diritto al futuro: la rivolta degli studenti scuote l’Italia

Tagliate tutto, ma non il futuro: perché l’Italia rischia di uscire di scena. Lo gridano gli studenti saliti sui luoghi simbolo della penisola, dal Colosseo alla Torre di Pisa, per protestare contro la riforma dell’università. Tensioni a Firenze e Milano, atenei “occupati” e sit-in nelle stazioni ferroviarie, studenti anche sulla Mole Antonelliana a Torino. Sui tetti gli stessi politici: Bersani, Di Pietro e Vendola insieme ai precari romani. Il giorno dopo l’assedio simbolico al Parlamento, il 25 novembre la spettacolare protesta studentesca ha scosso l’Italia, mentre alla Camera il governo è stato battuto su un emendamento di “Futuro e Libertà”. Voto finale rinviato a martedì 30: «Se la riforma non passa, mi dimetto», ha annunciato Mariastella Gelmini.

Da una crisi all'altra, avanza la dittatura invisibile

Continuo ad ascoltare alla radio commenti strampalati da parte di economisti e di giornalisti. Uno dei più ricorrenti é quello secondo cui gli irlandesi se la sono cercata. Davvero?

A me sembra che la realtà sia diversa. Da un punto di vista macro, l’Irlanda non stava male. Fino al 2008 il debito pubblico era di gran lunga inferiore al 60% sul Pil stabilito dal Trattato di Maastricht, nel 2009 é salito al 64%.

La loro economia é cresciuta grazie a una tassazione societaria agevolata, che per qualcuno é disdicevole, ma certo non illegittima. Non viola nessun Trattato e, anzi, applica un principio elementare e giusto, quella della concorrenza fiscale tra Stati /o regioni. Nel frattempo l’Irlanda é stata molto brava nell’utilizzare i fondi strutturali europei e a rilanciare con agevolazioni fiscali le zone depresse. 

Italia: parco giochi per guerrafondai

Israeliani a Decimomannu

I caccia israeliani sfrecciano a bassa quota, lanciando bombe e missili sugli obiettivi. Non è una scena dell’operazione  «Piombo fuso» contro Gaza, ma dell’esercitazione Vega 2010  in corso nella base aerea di Decimomannu (Cagliari) dal 16 al 26 novembre. Vi partecipano 30 aerei da guerra e oltre 500 militari italiani e israeliani. 

L’esercitazione, spiega un comunicato stampa, si inserisce «nel più ampio contesto di cooperazione internazionale allo scopo di confrontare differenti tecniche di impiego e garantire l’addestramento avanzato unitamente allo scambio di esperienze fra equipaggi delle aeronautiche militari italiana e israeliana». Sicuramente, nello scambio di esperienze, i piloti israeliani hanno molto da insegnare a quelli italiani.

giovedì 25 novembre 2010

Il ruolo della NATO nella Grand Strategy degli USA

Il 19 e 20 novembre i leader della NATO si sono incontrati a Lisbona per ciò che è stato annunciato come un vertice sul "Concetto Strategico della NATO". Gli argomenti di discussione sono stati una gamma di "minacce" spaventose, dalla cyberguerra al cambiamento climatico, fino ad arrivare alle armi nucleari e una faccenda di nessuna utilità come una Linea Maginot hi-tech che dovrebbe fermare i missili nemici a mezz'aria. 

L'unica cosa che è mancata al vertice sul Concetto Strategico è stata una discussione seria di strategia.
Questo in parte è perché la NATO come tale non ha nessuna strategia e non può avere la propria strategia. In realtà la NATO è uno strumento della strategia degli Stati Uniti. Il suo unico Concetto Strategico operativo è quello messo in pratica dagli Stati Uniti. I leader americani sembrano preferire posizioni evidenti, "mostrare determinazione", che definire strategie.

mercoledì 24 novembre 2010

Bye bye, baby

 
Si dice che il Berlusca sia bollito
 ed è pertanto dolce immaginare
 la pena con la qual verrà punito.
 Ad Antigua potrebbe rifugiare,

 truccato da turista con bermuda,
 esule, come il povero Bettino
 oppur trovar qualcun che lo rinchiuda
 a Sant’Elena, stil Napoleino.

 Potrebbe, come fece il buon Gesù,
 finire crocefisso fra i ladroni
 oppur, come Benito, a testa in giù
 a Piazzale Loreto a penzoloni.

 Potrebbe far la fine di Saddam,
 impiccato dagli irachen crudeli
 o morir, pugnalato da un infam
 che le fattezze di Gianfranco sveli.

 Potrebbe, come Adolfo, suicidarsi
 ad Arcore avvinghiato a Sandro Bondi
 oppur trent’anni di galera farsi
 per espiare i suoi crimini immondi.

 Potrebbe far la fine di Sindona
 dopo avere sorbito Illy caffè
 oppure su un’elettrica poltrona
 finire la carriera da premier.

 La pena che il Berlusca preferisce?
 Circondato da stuoli di mignotte,
 la morte per infarto lo ghermisce
 mentre arrapato tutte se le fotte.

 Milioni d’italiani, brava gente,
 vorrebbero punir l’anzian tribuno
 assestandogli, delicatamente,
 milion di calci in cul, uno per uno.


di Carlo Cornaglia
da il Misfatto

Irruzione degli studenti in Senato. Scontri con la polizia in pieno centro

Tensione altissima e scontri in pieno centro a Roma, dove questa mattina un gruppo di studenti ha tentato di entrare al Senato, lanciando uova contro il colonnato di palazzo Madama. Poco fa un altro gruppo di manifestanti, che si sono staccati da un corteo contro il ddl Gelmini, ha tentato di forzare un cordone di forze dell’ordine. La polizia li ha respinti usando i manganelli e gli studenti hanno risposto, a loro volta, lanciando petardi.

 Il fatto più grave è quello accaduto in tarda mattinata, dove gli studenti hanno raggiunto il secondo portone d’ingresso del Senato, lanciando uova contro le vetrate. Molti di loro hanno sbattuto i pugni contro la vetrata del secondo ingresso, trattenuti dalle forze dell’ordine. I commessi del Senato, dopo non poche difficoltà, sono riusciti a chiudere il portone respingendo l’assalto, ma durante la calca il capo del presidio di polizia a palazzo Madama, Francesco Capelli, è stato colpito da malore.  Ricoverato nell’infermeria del Senato, gli è stato riscontrato un trauma da schiacciamento, essendosi posto tra la folla degli studenti e il portone di ingresso su corso Rinascimento. All’ingresso del palazzo è arrivata la vice presidente del Senato, Rosi Mauro. “E’ uno scandalo quello che sta succedendo”, ha urlato la senatrice Mauro, riferendosi alla mancanza di controllo delle forze dell’ordine su corso Rinascimento, dove si si affaccia il portone principale.

Pellicce di cane e di gatto: come riconoscerle, come denunciare chi le vende

Primi freddi, nuovi acquisti di cappotti e soprabiti pesanti. Come evitare di acquistare bordi di pellicciotto dei nostri amati animali domestici? Ecco come riconoscerli: nomi, etichette e norme generali.

L’utilizzo di qualunque pelliccia è deprecabile, ma in Italia è addirittura illegale commercializzare capi d’abbigliamento con pelli e pellicce di cani o gatti. Eppure, può capitare di trovarne. Ogni inverno i giornali se ne occupano. Tutte le denunce presentate finora sono state archiviate. Se la legge non ci presta attenzione, facciamola noi.
Attrezziamoci per riconoscere e per evitare questi obbrobri, a partire dagli esotici nomi di fantasia dietro cui si celano le pellicce di cani e gatti familiari.

Ecco tutti i nomi raccolti nelle investigazioni di Humane Society (una delle maggiori organizzazioni statunitensi per gli animali, nonché quella che monitora tutti i recenti film con la dicitura “No animals were harmed”), Protezione Svizzera degli Animali, Enpa.

Luci e ombre della medicina tradizionale

Nel 1535 Jacques Cartier salpò dalle coste della Francia diretto verso Terranova con un equipaggio di 110 uomini. In 6 settimane 100 uomini si ammalarono di scorbuto. Un indigeno disse loro di bere succhi dei frutti di un albero che crescevano in quella zona e gli uomini guarirono nel giro di pochi giorni. Da quell'episodio capitani di navi accorti e lungimiranti comandarono al loro equipaggio di consumare succhi di arancia e limone per scongiurare lo scorbuto. 

Ci volle molto tempo prima che il mondo medico accettasse questa semplice soluzione, ma alla fine nel 1795 dovette soccombere al buon senso e il succo di limone diventò obbligatorio nella dieta dei marinai. 
 

Quando il futuro invade la nostra vita

La CIA finanzia l'avviamento di aziende per il “Comportamento Predicente

Mentre camminavano lungo le affollate, gialle file di uffici, Anderton disse: “Sei a conoscenza della teoria del pre-crimine, ovviamente. Penso che possiamo darlo per scontato.”
Philip K. Dick, The Minority Report

Cos’hanno in comune Google, la CIA e una schiera di aziende 'start-ip' per il cosiddetto “comportamento predicente”?

Sono interessati a te, o più specificatamente, nello scoprire se i tuoi interessi informatici – da Facebook ai post di Twitter, e dalle foto da Flickr alle pagine di Youtube e dei blog – possano essere sfruttate da potenti algoritmi di computer e successivamente trasformati in “informazioni perseguibili in giudizio”.


I Buoni e i Cattivi

Dividere le persone in categorie non è intelligente. Quando si crea un “altro”, inevitabilmente si finisce per essere a nostra volta “altri”: gli altri dell’altro. Però è sbagliato fare di tutta l’erba un fascio. C’è almeno un criterio di suddivisione antropologica  che è talmente innato e istintivo che  viene spontaneamente usato anche dai bambini. Che infatti, fin da piccoli, vengono messi davanti a una lavagna con un gessetto in mano, a tirare una linea netta, decisa, perentoria che divide il mondo in due: i buoni da una parte, i cattivi dall’altra.

martedì 23 novembre 2010

La Cina disprezza i finti soldi americani

Un giorno l’imperatore dell’antica Babilonia convocò il suo responsabile della tesoreria e disse: “Ho bisogno di altri soldi per iniziare una guerra contro quegli sporchi terroristi ittiti!

Ma ho guardato nel mio enorme forziere ed è quasi vuoto. E’ rimasta a malapena qualche moneta d’oro”, tuonò.

Oh, Luce dell’Eufrate”, rispose strisciando a terra il suo ministro terrorizzato. “Siamo a corto di oro. Le vostre guerre sono diventate troppo dispendiose”.

Ma ho una soluzione, Vostra Celestiale Altezza. Rifiniremo in modo discreto la quantità di oro delle nostre monete imperiali per farle durare di più. Nessuno se ne accorgerà”.

Balzo in avanti a Washington, anno 2010. Non si chiama più “tosatura delle monete”. Oggi, il modo per rovinare la moneta di una nazione prende il nome di “alleggerimento quantitativo” (detto anche quantitative easing o QE) ma si tratta della stessa vecchia truffa perpetrata dai farabutti della finanza.


Corea del Nord bombarda il Sud. Seul risponde

Sale la tensione tra Corea del Nord e Corea del Sud. L’artiglieria nordcoreana ha colpito un’isola della Corea del Sud, situata ad ovest della penisola, nel Mar Giallo e una settantina di case sono andate in fiamme. 

L’agenzia Yonhap riporta la notizia secondo cui due militari sud-coreani sarebbero morti nell’attacco nord-coreano, mentre quattordici sono rimasti feriti, tre dei quali in modo gravissimo. I residenti sono stati evacuati nei bunker. L’esercito sudcoreano ha subito risposto al fuoco. Seul ha decretato il massimo livello di allerta in tempo di pace e ha riunito il gabinetto di sicurezza inviando i suoi caccia a sorvolare l’isola. Dalle immagini delle televisioni locali si vedono almeno quattro colonne di fumo levarsi da vari punti dell’isola. Il presidente sudcoreano Lee Myung-bak ha invitato il suo vicino a evitare ulteriori provocazioni, ma ha anche avvertito che la risposta sarà “più forte”, nel caso in cui le violenze non si fermino immediatamente. Il ministro degli Esteri sta valutando se portare il caso all’attenzione delle Nazioni Unite.

lunedì 22 novembre 2010

Londra, dimostrazione contro la Guerra in Afghanistan

Era ora no? Venerdì scorso in occasione del rilascio del Soldato Inglese Joe Glenton che era stato condannato a nove mesi di prigione dopo essersi rifiutato di ritornare a combattere in Afghanistan, è stata proclamata una dimostrazione di massa contro la guerra .. una guerra illegale che ha già causato migliaia di morti nelle file dell’Esercito inglese e milioni di civili innocenti Afghani.

 


Durante la manifestazione tenutasi davanti all’abitazione del Premier Cameron, Glenton ha riconsegnato le medaglie che gli erano state conferite per il suo ingaggiamento in Afghanistan, poco dopo rilasciava una intervista ai giornalisti che gli chiedevano il perché del suo gesto:

Come è andata la manifestazione a Roma contro le scie chimiche

Gli attivisti che si adoperano contro le operazioni comunemente conosciute come ‘scie chimiche’ sono di varia estrazione. Provengono da zone diverse del paese, soprattutto dagli estremi di esso: coste e zone montuose. Evidentemente da queste parti dello stivale le attività di irrorazione risultano esser più visibili. Molti di loro, ma non tutti, associano il fenomeno ‘scie’ con le emissioni di radio onde del progetto HAARP.






domenica 21 novembre 2010

CIA = Agenzia Importazione Cocaina

L’aumento della droga negli USA e nell' UE, il narcotraffico a livello mondiale, vanno di pari passo con l'espansione imperiale militare in tutto il mondo. La "lotta alla droga" è una farsa ...

Il giornale Mercury News di San Josè California, ha rivelato che agenti della CIA hanno venduto centinaia di tonnellate di cocaina negli USA durante gli anni in cui si è tenuto il conflitto in Nicaragua, al fine di ottenere fondi, per i Contras (paramilitari creati dagli USA per impedire la rivoluzione sandinista). 

La droga dapprima fu distribuita nei ghetti neri di Los Angeles California e da qui si diffuse in tutto il paese, all’inizio degli anni '80, il crack e la cocaina hanno devastato interi quartieri degli USA, distruggendo cervelli e la volontà di lottare, di protestare, la CIA allora fu chiamata agenzia d’importazione della cocaina.

Un nuovo elmetto per rendere i soldati degli zombies telecomandati

L'dea è semplice: se ogni singolo aspetto delle sensazioni umane, dalla percezione alle emozioni fino al comportamento è regolato dall'attività del cervello, allora è sufficiente stimolare quest'ultimo per indirizzare al meglio un militare durante un'azione di guerra. Già ma cos'è il "meglio"? Una risposta l'ha data la Darpa (Defense Advanced Research Projects Agency), il dipartimento che si occupa di progettazione e ricerca per la difesa degli Stati Uniti. 

Il “meglio”, secondo gli alti comandi, consisterebbe nel poter infondere nei militari, quando necessario, un impulso al cervello per ridurre o aumentare gli stati d'ansia, lo stress, la miglior capacità possibile di osservare e trarre deduzioni durante un'attività, sentire meno dolore se feriti, rimanere svegli a lungo e intervenire sul militare in modo psichiatrico. 

Haiti e i Disastri dell'ONU

Dopo il via vai di star, preminobel, ministri, celebrità, autorità, nell'incantevole e tragica isola è scoppiata la peggiore delle epidemie, il colera, con oltre 1000 morti. E' sfociata una e vera e propria rivolta popolare a causa dell'indignazione del popolo caraibico, di fronte al sospetto che l'epidemia, abbia avuto la sua origine nella filtrazione delle acque reflue dal campo dei soldati delle Nazioni Unite nepalesi.

Haiti è la tragica riprova della criminale condotta "occidentale" e degli organismi internazionali che domina e rivolta come calzettini, come e quando vuole: non hanno garantito nemmeno l'acqua potabile.

Gli haitiani continuano a sopravvivere nelle tende, sottoalimentati, senza lavoro, con un livello immunologico troppo basso, dove persino l'emigrazione è loro preclusa. E la cosiddetta "comunità internazionale" non garantisce neppure l'acqua potabile o impianti per purificarla. 

 
Gli Stati Uniti hanno dislocato più soldati che infermieri, l'Italia ha speso di più per inviare l'incrociatore Garibaldi che per garantire medicina d'emergenza, bonifica o altro. L'ONU investe più per gli stipendi dei contingenti militari, che nelle iniziative civili della FAO o dell'Unesco sull'isola. I caschi blu sono una vera e propria truppa d'occupazione, disprezzata perchè difende lo status quo.


sabato 20 novembre 2010

Ignoranza, Stupidità o Viltà?

Ancora non riesco a capire quanto peso abbiano, nei nostri pensieri, tali sconcezze: ignoranza, stupidità e viltà. Non prendo in considerazione la cattiva fede perché è ovvio, una persona intelligente può esser in cattiva fede ma non è stupida, magari egoista o imbrogliona ma non stupida.
A quale tema accenno? Alla moneta!
 
C'è una possibilità: qualcuno, al Governo, domani mattina decide di dire pubblicamente la verità: l'Italia, secondo i modelli ed i sistemi attuali di misurazione della crescita e dell'economia, è in default "si adottino le misure per salvarla".
 
Ma la notizia del giorno non è questa, ma l'eventualità che Irlanda e Portogallo, o meglio chi li amministra, decidano di non cedere più ai ricatti della moneta debito, l'euro. Perché, forse, non sono né stupidi e né vili, ma consapevoli dell'inganno circa l'usurpazione della sovranità monetaria e giustamente non vogliono lasciare oppressi i propri popoli dal FMI come sta accadendo in Grecia, com'è accaduto in Argentina.
 

Roma: No a Scie Chimiche ed HAARP

Oggi, 20 Novembre 2010
avrà luogo a Roma una

MANIFESTAZIONE 
CONTRO 
LE SCIE CHIMICHE ED HAARP 

organizzata dal
 "Comitato Nazionale Orientamento Sulle Scie Shimiche"
  
Piazza Santi Apostoli, ore 14,00
 

L’ARIA E L’ACQUA SONO I FONDAMENTI DELLA VITA E NON MERCI DI SCAMBIO
E’ FONDAMENTALE LA PACE ED E’ IMPORTANTE VIVERLA IN SALUTE
DAL DIRITTO ALLA QUALITA’ DELLA VITA NESSUNO DEVE ESSERE ESCLUSO
CIELI LIBERI DA GAS TOSSICI NO A VELENI ARTIFICIALI NEL NOSTRO ECOSISTEMA


Chiediamo quindi alle istituzioni di fornire risposte chiare e pubbliche ai seguenti quesiti:

La Pericolosità dei Cellulari

Secondo il Parlamento Europeo "Telefoni GSM, Wi-fi e reti elettriche emettono onde elettromagnetiche potenzialmente rischiose per la salute, specie per i giovani".
Il Parlamento europeo ha infatti sollecitato la revisione dei limiti dell'esposizione della popolazione chiedendo di allontanare ripetitori e tralicci da scuole e ospedali, approvando una relazione del deputato belga Frédérique ( 559 voti favorevoli, 22 contrari e 8 astensioni).
Ma a tutto ciò si aggiungono (operando probabilmente all'interno dello stesso scellerato piano) le emissioni elettromagnetiche da parte di antenne per il controllo mentale che sembra operino in sinergia con le scie chimiche ed i nanosensori da essi diffusi.


Se i cellulari sono pericolosi, perché non sentiamo parlare dei rischi?
Se il cellulare fosse così nocivo come è possibile che sia legale?

venerdì 19 novembre 2010

In Arrivo le Smart Pill: Chip Corporei in Pillole

L'età del microchip medicinale è alle porte. Novartis, una delle più grandi case farmaceutiche al mondo ha annunciato di avere intrapreso un progetto diretto allo incorporamento di microchip direttamente allo interno di farmaci di nuova generazione, per creare la tecnologia "smart pill."

Tale nanotecnologia gli è stata concessa su licenza dalla Proteus Biomedical di Redwood City, California.

Una volta attivato dallo acido dello stomaco, il chip inizia il suo lavoro di rilevamento e trasmissione dati ad un ricevitore indossato dal paziente. Lo stesso ricevitore è in grado altresì di inviare i dati via internet ad un medico.

L'idea è quella di creare "pillole intelligenti" in grado di percepire ciò che accade allo interno dello organismo e fornire tali informazioni al medico curante. Novartis ha previsto di iniziare ad applicare tale tecnologia nei suoi farmaci destinati a contenere il rischio di rigetto nei trapianti di organi, e successivamente espanderla ad altri prodotti. La stessa tecnologia in breve tempo sarà presumibilmente adottata da altre società, per lo impiego in altre tipologie di farmaci.
 

giovedì 18 novembre 2010

"Saviano rompe i Maroni"

Le reazioni dei "colletti verdi". L’indignazione sublime dei paladini del conformismo militante. Cosa c’è dietro?


Hanno i nervi scoperti. Le reazioni scomposte di Maroni e co. da un lato, i 9 milioni di spettatori dall’altro. Ogni qual volta c’è una trasmissione di approfondimento che fa il pieno di ascoltatori in Italia, si scatena il panico.  


Dominare il Mondo

- Come possiamo dominare il mondo? Miliardi di persone?

- E' facile.

- Lo dici tu.

- No, è veramente facile.

- Non penso: soggiogare l'umanità , ricorrendo alla costrizione è impresa improba.

- Quale costrizione? Non serve! Oggi si possono usare metodi molto più raffinati ed efficaci, anche se la violenza...

- Quali sono questi strumenti?

Lo spezzatino di manzo italiano è quasi servito

Il titolo potrà sembrare provocatorio ma gli ultimi movimenti a livello europeo ed italiano fanno presagire questo. Anche se il panorama politico e mediatico italiano sembra concentrato tutto sulle baruffe chiozzotte intorno a Berlusconi, che prendono le sembianze di una vera e propria guerra di posizione fra logge massoniche, l’universo finanziario e tecnocratico sembra avere le idee molto chiare sul futuro dell’Italia. 




Tabula Rasa

Nella provincia afgana di Kandahar le truppe Usa radono al suolo tutte le case, a volte interi villaggi, abbandonati dai civili sfollati, per neutralizzare eventuali trappole esplosive.

Le migliaia di sfollati fuggiti nelle scorse settimane dai distretti rurali attorno a Kandahar, dove da fine settembre è in corso l'offensiva militare americana Dragon Strike, non avranno più una casa a cui tornare, perché le loro abitazioni abbandonate vengono deliberatamente demolite dalle truppe Usa per neutralizzare mine e trappole esplosive che i guerriglieri talebani possono avervi nascosto, e che hanno già provocato decine di vittime tra le fila americane.

Storie di grattacieli fumanti e incrollabili

Pechino 9 Febbraio 2009
Secondo la versione ufficiale dell’agenzia governativa NIST - che aveva analizzato il crollo delle torri del World Trade Center - un incendio, sebbene non esteso a tutto il palazzo, può determinare la demolizione totale di un grattacielo, con l’intera struttura che crolla entro il proprio perimetro. Mai successo, però, né prima né dopo l’11 settembre 2001. 

mercoledì 17 novembre 2010

L'amico dei Leoni


La gente sostiene di voler essere libera, tutti insistono sul valore della libertà quale
bene più grande prezioso e sacro, ma è una menzogna. Gli individui in realtà sono
terrorizzati dall'idea di essere davvero liberi e liberati, e si aggrappano alle proprie
catene avversando chiunque tenti di spezzargliele, perchè quelle catene sono la loro
sicurezza. E' ora che vi liberate!


L'Occidente è peggio di Stalin

L’offeso è lo stalinismo, beninteso. La tirannide staliniana nasceva comunque dalla deformazione statalista e centralistica di un desiderio e di un bisogno profondo – e, alla radice, nobile – di giustizia. La tirannide di quello che Jean Ziegler ha definito “l’Impero della Vergogna” nasce dallo sfrenato individualismo e dalla Volontà di Potenza dei protagonisti (persone e lobbies) delle società transcontinentali e dalle estreme conseguenze dello “scambio asimmetrico” imposto con la forza dagli europei fino dal XVI secolo a tutti gli altri popoli e che oggi ha condotto i quattro quinti dell’umanità a vivere sotto la schiavitù dell’indebitamento e della fame.




Almeno altri quattro anni di guerra

La guerra d'occupazione degli Stati Uniti e della Nato in Afghanistan durerà almeno altri quattro anni, ma la presenza militare occidentale nel paese proseguirà, senza limiti, ben oltre il 2015.

Questo è il piano che il premio Nobel per la pace, Barak Obama, presenterà venerdì al vertice dell'Alleanza atlantica di Lisbona: altri 48 mesi di guerra 'dura' alla Petraus (con un'escalation dei bombardamenti aerei e un sempre più massiccio ricorso ai raid notturni delle forze speciali), al termine dei quali dovrebbe avvenire il ritiro del grosso delle 'truppe combattenti' (da completare, talebani permettendo, entro la fine del 2014), lasciando comunque sul campo decine di migliaia di truppe Nato con il compito di assistere l'esercito afgano nella prosecuzione della guerra (il che presuppone molti altri anni di operazioni militari a sostegno delle truppe afgane).

martedì 16 novembre 2010

I "possibili" cambiamenti scientifici futuri

"Chi rifiuta il cambiamento è un vero e proprio architetto della decadenza e del disfacimento. La sola istituzione umana che può rigettare il progresso è il cimitero"
[Harold Wilson]


Vi saranno, forse, enormi progressi nella scienza e nella tecnologia, nella medicina, nelle arti, nella cultura e nella conoscenza religiosa. Innovazioni prodigiose come la matematica quantica, le nanotecnologie, l'intelligenza artificiale e l'ingegneria genetica avranno un'enorme espansione. 

All'orizzonte si profilano, forse, innovazioni come la trasmutazione degli elementi, energia illimitata dal vuoto quantico, sistemi di trasporto silenziosi fondati sul principio dell'assenza di gravità, ingegnerie epigenetiche, medicine energetiche basate sulla cura attraverso il suono e la luce, nuove teorie elettrodinamiche che fanno presagire un cambiamento epocale nella creatività umana nel XXI secolo.

La finanza sta divorando ciò che rimane del nostro pianeta

La Cina sta superando gli Stati Uniti come prima potenza economica del mondo. Ad essere cinesi ci sarebbe da star contenti. Invece proprio i cinesi saranno i più fregati. 

Dopo aver pagato gli enormi prezzi del "take off" industriale, e offerto a questo Moloch i consueti sacrifici umani (nella Cina attuale il suicidio è la prima causa di morte fra i giovani e la terza fra gli adulti) si troveranno a primeggiare proprio quando quel modello di sviluppo economico, liberista e globale, cui hanno aderito di recente starà andando in frantumi. Saranno arrivati troppo tardi.

lunedì 15 novembre 2010

C’era una volta un gatto ed un caimano…


Per la serie “incredibile ma vero”, oggi il vostro mago delle fiabe ed anche delle belinate in Rete, vi porge un bel Video a sorpresa “strepitoso”.
Ovvero, si racconta che nel lontano Novembre 2010, mentre il sole non splendeva all’orizzonte in Italia perchè forti piovaschi di belini stavano avvolgendo il Bel Paese ed anche il Cavalier Cortese, si racconta di un gatto, ovvero di un felpato alle prese con un caimano.
 

10 modi in cui veniamo seguiti, tracciati e inseriti in banche dati



I progressi tecnologici stanno violando il nostro diritto alla privacy?
La guerra al terrorismo è uno sforzo a livello mondiale che ha stimolato massicci investimenti nel settore della sorveglianza globale - tanto che adesso sembra essere diventata la guerra alla "libertà e alla privacy". Tenuto conto di tutte le nuove tecnologie di monitoraggio in corso di implementazione, l'indignazione per le intercettazioni telefoniche senza mandato ora appare dubbia. Nei paesi Hi-Tech del primo mondo veniamo ora seguiti, tracciati e inseriti in database, letteralmente dietro ad ogni angolo. I governi, aiutati dalle aziende private, sono in grado di raccogliere una montagna di informazioni sul cittadino medio, che finora sembra disposto a scambiare la propria libertà con la supposta sicurezza. Qui ci sono alcuni dei metodi per la raccolta della matrice di dati:

Propaganda: se la conosci la eviti

Parecchio tempo fa, per spiegare alcuni concetti in modo che fossero più chiari, un amico esperto di queste tematiche si divertì a decostruire analizzandolo dal punto di vista della propaganda un manifesto elettorale di Obama; eseguito questo lavoro, l'amico si inventò un dialogo immaginario tra un grafico e uno spin-doctor che poteva rendere bene l'idea di come agisce la propaganda ideando ad esempio un manifesto elettorale e descriveva la figura dello Spin-Doctor

Il dialogo dovrebbe rendere più chiari alcuni concetti quindi ve lo riporto:

Un Capo ufficio si rivolge al suo grafico:

Ciao Roberto, ti presento.......X..... è un esperto di comunicazione e sarà il nostro Spin Doctor per questa campagna; quindi collaborerai con lui e sarà il tuo punto di riferimento per ogni cosa legata a questo servizio.

Lo Spin Doctor si presenta e dopo che il capo-ufficio è uscito si accomoda accanto alla postazione del grafico

SPIN DOCTOR
Vabbè Roberto, diamoci del tu OK? Stamattina cosa abbiamo?

ROBERTO
Il manifesto di Obama

SPIN DOCTOR
OK! Vediamo di capirci, dobbiamo lavorare a questa cosa assieme, non si tratta di un rapporto... Tipo: io dico tu fai; è importante che tu capisca quello che stiamo realizzando...

ROBERTO
Nessun problema, cercherò di chiederti tutto quello che non mi è chiaro... Ecco quì ho tutti i materiali che ci servono... Scusa un momento, mi spieghi cos'è esattamente uno Spin Doctor?

domenica 14 novembre 2010

Clamoroso: una puntata di RIS Roma come il delitto di Sara Scazzi

A marzo del 2010 il telefilm RIS ROMA manda in onda una puntata che tratta una vicenda che presenta delle forti analogie con quella di Sarah Scazzi.

L'episodio si intitola "Lettera d'addio".

Viene trovata una ragazza uccisa, di nome Gianna, impiccata, in un garage. Si scoprirà poi che è stata strangolata.

Inizialmente, dopo una serie di finzioni e bugie, si autoaccusa il padre di un'amica, il quale adduce come movente il fatto che aveva provato ad avere un approccio sessuale con la ragazza, che si era rifiutata. La storia - nella sua dinamica e nell'ambientazione, il garage - è molto simile a quella raccontata da Michele Misseri.

La Politica del Terrore

..e i cittadini si lasciano prendere per il fondello come tanti pecoroni pronti per il macello, non passa un giorno da quando l’11 Settembre del 2001 l’Elite di criminali Mondiali fece crollare le Torri gemelle che non ci siano allarmi di attacchi terroristici dappertutto, ma sappiamo che questi allarmi sono infondati.. falsi allarmi per far si che la Politica che i Rockefeller/Rothschild hanno imposto per poter prendere finalmente il dominio Globale, anche gli ultimi allarmi sono stati una manovra dei Servizi Segreti di tutto il mondo al fine di incrementare paura nelle Popolazioni, sappiamo che i pacchi bomba non sono mai esistiti, quelli che hanno mostrato in TV e nei giornali erano solamente alcuni oggetti/pezzi di stampante e fili saldati alla grossolana per poi mostrarli ai babbei che stanno 24 ore su 24 ora davanti alle TV.





I Terminator del Nuovo Millennio

Le macchine emersero dalle ceneri dell’incendio nucleare. La loro guerra per sterminare il genere umano aveva infuriato per anni e anni. Ma la battaglia finale non si sarebbe combattuta nel futuro: sarebbe stata combattuta qui, nel nostro presente… Oggi. Chi non ricorda le frasi iniziali di "The Terminator", cult movie del 1984 di James Cameron, con un fantastico Arnold Schwarzenegger nel ruolo di uno spietato androide modello T-800? E come non ricordare anche che tutti i terminator erano creature di Skynet, sistema computeristico diffuso, assai simile a quella rete, internet, che collega il mondo oggi. Il sistema andò online il 4 agosto 1997. Skynet cominciò a imparare a ritmo esponenziale. Divenne autocosciente alle 2:14 del mattino, ora dell’Atlantico, del 29 agosto, recita la stessa pellicola per spiegare la guerra nucleare e il conseguente conflitto tra umani e cyborg. Questa è fantascienza, si tratta di un bellissimo ciclo di film che tra cyborg spietati assassini e uomini in fuga narra di un ipotetico futuro, ma la fantascienza bellica è molto più vicina alla realtà di quanto non si possa pensare, anzi, siamo al primo passo che porterà nel settore una rivoluzione tecnologica.

L'Uomo e la Macchina



Nei talebani io non difendo solo il diritto elementare di un popolo, o parte di esso, a resistere all’occupazione straniera, comunque motivata. In ciò che accade in Afghanistan io vedo, simbolicamente e concretamente, la lotta dell’uomo contro la macchina. Da una parte gente che si batte con i propri corpi, il proprio coraggio, fisico e morale, con armi del secolo scorso, dall’altra i robot, i Dardo e i Predator, aerei senza equipaggio, i missili che colpiscono a distanza di 300 chilometri e, più in generale, un apparato tecnologico sofisticatissimo dove la parte del combattente è ridotta al minimo.

sabato 13 novembre 2010

Programmi Tv

Forse non tutti lo sanno ma:

Piove nel Veneto.

Essì.

Vademecum per seguire la vicenda in tv:

Perché finiamo sempre sott'acqua

Brutto mese novembre: era novembre quando il Po, nel 1951, ha allagato il Polesine, la prima grande tragedia nazionale, che riuscì a mobilitare emozione e solidarietà in tutto il Paese, appena uscito dalla guerra, e impegni perché non succedesse più; era il 4 novembre 1966, in pieno boom economico, quando le acque dell'Arno e le fogne di Firenze hanno invaso quella straordinaria città, e le acque dell'Adige hanno invaso Trento e il mare ha allagato Venezia; anche allora emozione e solidarietà e anche allora impegni perché non succedesse più. Era novembre quando ci sono state le grandi alluvioni del Piemonte nel 1994; ormai sempre meno emozione e qualche soldo agli alluvionati in modo che ricostruissero proprio dove le loro case e fabbriche erano state spazzate via. E' novembre ancora adesso che stiamo soffrendo per il dolore di tante famiglie nel Veneto e in Toscana e in Calabria e in Sicilia.

Se il mese di novembre è brutto perché i meteorologi dicono che le piogge intense si formano dallo scontro di masse di aria fredda e calda sulla nostra penisola, stesa là nel Mediterraneo fra Europa e Africa, anche tutti gli altri mesi dell'anno sono cattivi per frane e allagamenti: giugno Versilia (1996); luglio Ofanto e Manfredonia (1972), Valtellina(1987); settembre Soverato in Calabria (2000); ottobre Salerno (1954) e Genova (1970), e così via.

"Calamità naturali", le chiamano, ma la natura non è né buona né cattiva: fa il suo mestiere che è quello di far circolare aria e acqua sugli oceani e sui continenti, così come il "mestiere" dell'acqua piovana consiste nello scendere dalle montagne e dalle colline al mare lungo le strade di minore resistenza, i torrenti, i fiumi i fossi, con maggiore o minore velocità a seconda di quello che incontra sul terreno, cose ben note e prevedibili.



Generale della NATO ammette operazione false flag

Un ex generale turco della NATO, Sabri Yirmibesoglu, ha ammesso di avere eseguito un'azione di terrorismo false flag. Il generale ha dichiarato:  

"Certe azioni di sabotaggio vengono inscenate e se ne incolpa un nemico per accrescere la resistenza dell'opinione pubblica. Noi l'abbiamo fatto a Cipro. Abbiamo persino distrutto con il fuoco una moschea". 

Free Black Pone MySpace Cursors at www.totallyfreecursors.com