lunedì 27 dicembre 2010

Le specie animali più strane scoperte negli ultimi anni

Il 2010 è stato caratterizzato da molte nuove scoperte di specie animali e non solo. In particolar modo, le acque degli oceani e i fondali marini sono ricche di nuove specie da catalogare e studiare. Alcune sono veramente affascinanti, altre stupiscono per le dimensioni davvero contenute, altre suscitano timore.







Eccovi un elenco di alcune delle specie trovate:




La lumaca dalla coda lunga (Ibico Rachelae). Secondo gli scienziati, la lumaca ha l’abitudine di avvolgere la lunga coda attorno al suo corpo durante il riposo. Dalla famiglia Ariophantidae, questa specie insolita fa uso dei cosiddetti ‘dardi d’amore’ nel corteggiamento. Fatto di carbonato di calcio, il dardo d’amore è una sorta di arpione che penetra e inietta un ormone nella femmina, capace di aumentarne le possibilità di riproduzione.




Il nuovo lemure del Madagascar, l'isola con la più alta percentuale di biodiversità, uno dei luoghi più straordinari del nostro pianeta. I ricercatori sostengono che questo animale sia unico nel suo genere data la presenza di piume sotto la lingua, utilizzate presumibilmente per raccogliere nettare.




Il Pesce dagli occhi a barile  è veramente curioso. Gli occhi del pesce sono quelle sfere verdi che vedete nella foto, posizionati verso l’alto per individuare la sagoma della sua preda attraverso la trasparenza della sua testa.




Il pesce Drago dall’Australia. Vive negli abissi e ha i denti sulla lingua. Sarebbe un animale davvero temibile se solo non fosse delle dimensioni di una banana!




Il topo arboricolo (Pogonomys), trovato sulle montagne Foja in Nuova Guinea.





La rana dal naso lungo o rana pinocchio è un bizzarro animale scoperto anch'esso sulle montagne Foja, in un'isola della Nuova Guinea, si caratterizza per la lunga protuberanza presente sul muso che si alza quando il maschio emette richiami sonori.






Il rospo dal becco, del genere Rhinella, che si trova nelle foreste pluviali del Chocó in Colombia. Questa nuova rana misura 2 centimetri di lunghezza. Il colore e la forma della testa assomigliano alle foglie morte su cui vive questo rospo.





La tarantola dalle zanne blu (Cyanognathus Ephebopus). E' un ragno originario delle zone tropicali di Brasile e Guiana francese. Si tratta di specie molto veloci e "nervose", non maneggiabili, da quanto sostengono molti studiosi. Sicuramente è un ragno aggressivo ed è dotato di un veleno molto tossico.



Il pappagallo calvo (Pyrilia Aurantiocephala).  E' stato individuato in Brasile nelle zone dei fiumi Madeira Inferiore e Tapajos Superiore, ha la testa calva e mostra un incredibile spettro di colori.




Il piccolo geco (Lepidoblepharis Buschwaldii), scoperto in Ecuador, è appunto un geko tra i più minuscoli al mondo, come potete vedere in foto.




Il Calamaro hawaiano di Bobtail (Scolopes di Euprymna), usa una strategia molto astuta per ingannare i predatori nel corso della notte, con un gioco di luce si mantiene invisibile.





L'Isopod è un insolito crostaceo che assomiglia a un fossile marino. E' una delle numerose specie scoperte negli abissi marini.





La stella marina dell'Antartide. I ricercatori hanno scoperto, fotografato e catalogato fiori dei fondali, stelle marine, pesci, alghe ed altri esseri viventi dalle caratteristiche particolari, prima tra tutte quella di poter vivere ed adattarsi ai freddi fondali dell’Antartide.




La rosacea, medusa dai i tentacoli molto lunghi, circa un metro, le perle che li ricoprono sono cellule urticanti che immobilizzano e uccidono le prede.




Il wallaby nano, nonchè il più piccolo marsupiale mai osservato in libertà è un piccolo canguro arboricolo dal mantello dorato, scoperto in Nuova Guinea. La sua specie è minacciata a causa della deforestazione e del bracconaggio. 




Il mollusco corazzato, trovato nei pressi del vulcano sottomarino di Kairei, nell'Oceano Indiano. Questo singolare animale ha un guscio multistrato dalla struttura assolutamente inedita: non ne esiste una simile in natura e nemmeno tra le corazze più evolute progettate dall'uomo.




Il pesce psichedelico, che appartiene alla stessa famiglia della rana pescatrice, ha il muso quasi perfettamente piatto e una colorazione "psichedelica" bianca e marrone. Osservato per la prima volta nelle acque di Bali, in Indonesia, questo originale pesce può raggiungere i 15 centimetri di lunghezza. Le pinne pettorali, simili alle zampe palmate di una rana, gli servono per muoversi camminando sul fondo del mare. Non ha scaglie ma è ricoperto interamente da muco protettivo.




Il "pesce con le mani" è stato scoperto in Australia e utilizza le sue pinne per camminare sul fondale dell’oceano.




Il pesce mostro (Chaenophryne Longiceps), sembra un esemplare uscito dal film Alien. Questa specie di pesce lanterna, pescato al largo della Groenlandia, può raggiungere dimensioni tutto sommato modeste per un mostro marino (17 centimetri).




Il pipistrello "Yoda" deve essere ancora formalmente classificato come nuova specie. Questo pipistrello col naso a forma di tubo, della specie dei pteropodidi, immortalato da altre parti come il pipistrello "Yoda"  è una delle circa 200 specie scoperte nel corso di due spedizioni scientifiche in Papua Nuova Guinea nel 2009.




La lucertola che evolve nella procreazione. Un nuovo studio realizzato questa estate suggerisce che questa nuova specie di lucertola australiana stia abbandonando la deposizione delle uova in favore del parto. Lungo le coste del Nuovo Galles del Sud, queste scincidi dal colorito giallastro e dalle tre dita, continuano a deporre uova per riprodursi. Ma gli individui della stessa specie che vivono nelle montagne più fredde della regione, hanno quasi completamente cominciato a utilizzare il processo di creazione ed espulsione del feto per la riproduzione. 




Il batterio GFAJ-1, che si nutre di arsenico è stato scoperto dalla NASA, nel fondali del lago della California Mono Lake, vicino al parco nazionale Yosemite. Anche se questa è certamente la cosa che a prima vista ci impressiona di più, non è però la più importante. Il concetto di veleno infatti è essenzialmente relativo: molte sostanze che chiamiamo velenose uccidono solo se assunte in certe quantità e non in altre (a volte in dosi appropriate possono addirittura avere effetti curativi).




Tre microrganismi della famiglia delle Loricifere, sopravvivono senza ossigeno. Sono stati scoperti tra i sedimenti estratti dal "bacino dell'Atalante", uno strato di acque ipersaline, prive di ossigeno e sature di solfuri velenosi, a 3 mila metri di profondità, a largo delle coste di Cipro.





La sanguisuga T-Rex (Tyrannobdella Rex), è stata scoperta nella remota Amazzonia peruviana, ha una lunghezza di sette cm e ha dei denti enormi considerando la sua piccola stazza.





Il polipo viola è stato rinvenuto nelle profonde acque al largo della costa atlantica del Canada. Secondo i ricercatori, in quella zona, esistono ancora molte specie che aspettano di essere scoperte.




La scimmia canterina (Nomascus Annamensis), è stata scoperta nelle alture tra Vietnam, Laos e Cambogia, è una particolare specie di gibbone. E' stato identificato e catalogato per le sue straordinarie doti vocali, che rendono la sua voce simile ad una suadente melodia. Nessuno, fra i suoi simili, è infatti in grado di produrre un suono del genere.




Il pesce gatto mangia legno, è stato trovato in Perù, si nutre proprio di legno. E' conosciuto dagli indigeni come carachama gigante, è lungo circa 70 centimetri e ha i denti a forma di cucchiaio per togliere i tronchi degli alberi che cadono in acqua.





Il verme-calamaro (Teuthidodrilus Samae), in realtà è stato scoperto nel 2007 grazie ad un robot subacqueo intento ad esplorare il mare di Celebes, tra le Filippine e l'Indonesia. Dall'analisi genetica è emerso che questo animale è un verme imparentato con quelli che comunemente vediamo nei nostri giardini, ma possiede caratteristiche del tutto differenti dai suoi parenti terrestri. L'analisi del verme ha portato a pensare che questo animale si nutra di quella che viene definita "neve marina", detriti che precipitano dagli strati superiori del fondale, spesso composti da plancton. Gli scienziati lo hanno soprannominato "Squidworm".




Nel mondo ci sono ancora molte specie da trovare, come alcune vaste e intricate foreste che restano da esplorare interamente e sopratutto gli immensi abissi marini, i quali sono stati osservati solo in minima parte essendo così estesi, quindi nei prossimi anni ci saranno sicuramente nuove e interessanti scoperte. 

Tratto da Eco & National Geographic


Alcune tra le ultime recenti scoperte di specie marine (aprile 2011)






In Antartide, "grazie" allo scontro di due massicci iceberg, ha dato la possibilità agli scienziati di esplorare una zona fino a ieri sconosciuta. E’ la natura che stupisce ancora e apre nuovi orizzonti agli umani: l’iceberg lungo ben 78 km, un pezzo di ghiaccio dalle dimensioni inimmaginabili, è stato speronato da un altro iceberg, anch’esso gigantesco e ha quindi esposto in questo modo una sezione dell’Oceano meridionale rimasta coperta da centinaia di metri di ghiaccio.


Circa 40 scienziati hanno visitato il luogo in cui è avvenuta la collisione e hanno potuto azionare telecamere sottomarine, dove si trovava la lingua del ghiacciaio. Il risultato è stata una grande scoperta. Hanno trovato nuove specie marine, fra cui spugne multicolori e pesci, oltre a stelle marine enormi.





La lumaca di mare, decisamente atipica, perchè sembra più un angelo o una sirena di mare. Questo esemplare di Antarcticum Platybrachium “vola" attraverso le acque profonde dell’Antartide a caccia di pteropodi (un altro tipo di lumaca), di cui si nutre.



Il "verme ad albero di Natale" è una curiosa specie di verme, appunto, a forma di alberello da cui prende il nome per la somiglianza ad una pianta natalizia. E' stato scoperto in Australia sulla grande barriere corallina di Lizard Island, il suo nome scientifico è Spirobranchus Giganteus.



Il polpo bioluminescente, alias Syrtensis Stauroteuthis, è stato trovato a circa mezzo miglio in profondità nel Golfo del Maine (USA). Come arma di difesa, per ingannare i predatori, emette una sorta di luce da degli organi appositi.



Nuovo esemplare di cetriolo di mare trovato a un miglio e mezzo di profondità nel mare di Celebes nel Pacifico Occidentale a est del Borneo.

Tratto da Eco

(Agosto 2011) - Scoperta nuova specie di scimmia in Mato Grosso nell'Amazzonia brasiliana, questo primate presenta sul capo e sulla coda caratteristiche che non sono mai state osservate nelle altre scimmie della zona.


Tratto da Blogeko


Tra il 2010 e fine 2011 sono state classificate oltre 200 nuove specie tra animali e vegetali, nell'area asiatica del Mekong (che comprende la Cambogia, il Laos, la Birmania, la Thailandia, il Vietnam e la provincia dello Yunnan in Cina). Purtroppo molte specie stanno lottando per sopravvivere in habitat che si restringono sempre di più, altre sono destinate a finire come prelibatezze esotiche in alcuni piatti. I tesori della regione andranno persi se i governi non investiranno nella conservazione e nel mantenimento della biodiversità. A seguire alcuni esemplari davvero curiosi scoperti non solo nella zona asiatica.





Il geco psichedelico (Cnemaspis psychedelicaè una lucertola di colore giallo brillante, con le gambe e la coda blu arancio, che si riproduce per clonazione, senza bisogno del maschio. Questa nuova specie è stata scoperta nel Vietnam meridionale, sull'isola di Hon Khoai e si caratterizza per i suoi incredibili colori.




La scimmia "Nasina" dal naso bianco e nero (Rinopiteco di Strykersembra avere il ciuffo alla Elvis Presley: questo primate starnutisce quando l'acqua gli entra dalle narici ed è capace di trascorrere i giorni di pioggia con la testa tra le gambe per evitare l'inconveniente.



Il Phylloscopus calciatilis è un piccolo uccello scoperto sui monti Annamite tra Laos e Vietnam. Si distingue da altre specie simili nella regione per le vocalizzazione e altre piccole differenze morfologiche.



Il serpente lupo (Lycodon synaptor) è 
chiamato così per la sua grande mascella, situato nella regione montuosa della provincia di Yunnan in Cina.



Il Tylototriton notialis è una piccola lucertola scoperta nel Laos.



Il Schistura udomritthiruji è un pesciolino scoperto nel Mar delle Andamane.



Le nuove specie di rane Amolops akhaorum sono sette, tre scoperte nel Laos, tre nel Vietnam e una in Thailandia.



Nepenthes holdenii è una delle cinque specie di piante carnivore scoperte nel Mekong. Quattro sono in Thailandia e una in Cambogia. Mangiano qualsiasi cosa entri nella loro "bocca”: topi, lucertole e anche uccelli. Alcune specie di Nepenthes possono arrivare a un'altezza di un metro.  Nepenthes holdenii è stata scoperta su due cime dei Monti Cardamom nella Cambogia occidentale dove cresce a 600–800 metri sul livello del mare.



La lucertola auto-clonante (Leiolepis ngovantrii) è una specie composta da esemplari femmina che non hanno bisogno del maschio per riprodursi: si clonano. In realtà si tratta di uno svantaggio perché è caratterizzata da scarsa diversità genetica.





La vipera di Matilda (Atheris matildae) è una nuova specie lunga una sessantina di centimetri recentemente scoperta in Tanzania. 


I maschi di Atheris matildae, sono in genere più grossi e più scuri delle femmine. A causa dello stato critico in cui versa la specie, la World Conservation Society ha iniziato in Tanzania un programma di riproduzione in cattività.







Nel febbraio del 2012 è stata scoperta in Australia una nuova specie di serpente di mare che è stato chiamato Hydrophis donaldi (Hydrophiinae), mentre il suo nome comune è "Rough-scaled sea snake". Il golfo di Carpentaria nell'Australia settentrionale ha una grande biodiversità marina ed i serpenti di mare sono una componente importante e vulnerabile della sua fauna. Il velenosissimo serpente viviparo è stato scoperto dopo essere finito per caso nelle reti di un peschereccio.






Nell'agosto dello stesso anno dei ricercatori americani hanno individuato nelle grotte dell'Oregon una nuova specie di ragno dalle peculiari caratteristiche evolutive. Si chiama Trogloraptor (nel nostro idioma “razziatore di caverne”). Questo aracnide non è semplicemente una nuova specie, ma grazie alle sue incredibili caratteristiche evolutive è stato inserito in un nuovo genere e persino in una nuova famiglia (Trogloraptoridae). Il Trogloraptor si sposta sulle pareti delle grotte attraverso rudimentali ragnatele ed i suoi “artigli” straordinariamente sviluppati suggeriscono che si tratti di un feroce ed implacabile predatore, anche se ad oggi non sono stati documentati i suoi comportamenti di approccio alle prede. La distribuzione geografica è ignota ma si pensa che la specie possa essere scoperta in altre caverne delle regioni costiere occidentali del Nord America, aree ricchissime di biodiversità. Il Trogloraptor, seppur imparentato con altre specie di ragno, è così peculiare dal punto di vista evolutivo che spingerà gli studiosi a rivedere le conoscenze acquisite sul tema.




Le dieci creature più mostruose della Terra!



Nel giugno del 2013, nel parco Gorongosa in Mozambico, un gruppo di ricercatori ha scoperto nuove specie bizzarre, documentando più di 1.200 specie, incluse 182 specie di uccelli, 54 specie di mammiferi, 47 specie di rettili, 33 specie di rana, più di 100 specie di formiche e 320 specie di piante. 




Il Pipistrello “Chewbacca” - così chiamato per la somiglianza con l’omonimo personaggio di Guerre Stellari.





La sottile mantide religiosa detta "Mantide Aliena" (Idolomorpha dentifrons) rinvenuta sull’altopiano di Cheringoma, sempre in Mozambico.




Lo Scarabeo Bombardiere (Cerapterus lacerates) deve il suo nome alle piccole esplosioni rumorose che produce dall’addome rilasciando sostanze chimiche volatili altamente reattive.




L'Insetto Foglia (Acauloplax exigua) è una specie di ortottero che era stata descritta 100 anni fa, oggi ritrovata per la prima volta.



Il Camaleonte Orecchiuto (Chamaeleo dilepis)



Le Formiche Ruzzolanti (Melissotarsus emery), sono le uniche formiche al mondo incapaci di camminare su superfici piane. Questa specie vive all’interno di stretti e profondi cunicoli nei tronchi degli alberi e si può muovere soltanto agitando le sua piccole zampe allo stesso tempo sopra e sotto il corpo.






L'Olinguito (Bassaricyon neblina) è stato scoperto nella foresta pluviale delle Ande di Ecuador e Bolivia durante il mese d'agosto. E' simile a un incrocio tra un gatto e un orsacchiotto ed è uno stretto parente degli orsetti lavatori. Si ciba principalmente di frutta, insetti e nettare. È notturno e molto timido, non scende mai a terra vivendo sugli alberi. Le sue piccole dimensioni (900 grammi di peso e circa 35 cm di lunghezza) ne fa il procionide piu piccolo conosciuto.



La nuova specie di Aotide, ancora senza nome, è stata individuata ai confini tra Ecuador e Perù. Si tratta di un genere di scimmia piuttosto primitiva, sfuggente e poco studiata. Sempre nella stessa zona sono state scoperte altre nuove specie:





Opossum Toporagno



Toporagno "Orecchiepiccole"




Istrice "Enigmatico" o Porcospino del Cearà (Brasile)



Nel novembre 2013 nel nord Australia è stata scoperta una nuova specie di delfino. Si tratta per la precisione del genere Susa (Sousa), un tipo di delfino caratterizzato dalle pinne dorsali particolarmente evidenti.


Tratto da National Geographic 



Altre specie scoperte nel 2013


Rana Cacao (Suriname)



Scarabeo Blu (Suriname) 



Scimmia dell'Amazzonia che fa le fusa come i gatti



Rana Estiva (Australia)



Geco Australiano 



Squalo che Cammina (Indonesia) 



Lumaca Rosa (Australia) 



Cetriolo Marino Gigante 



Nuovo Ragno Tessitore



Pesce Gelatina 



Mantide Religiosa Orchidea 



Lucertola Pinocchio (Ecuador) 



Lombrico dai Capelli (Suriname) 


Tratto da Mondoeco


Nessun commento:

Free Black Pone MySpace Cursors at www.totallyfreecursors.com